Skip to content

Il Sistema di controllo interno nelle società quotate. Il D. Lgs. 231/2001 nel settore energetico Italiano.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Basta citare solo alcuni esempi di frodi di portata catastrofica per comprendere in pieno la gravità e il tracollo economico che aveva infranto i sogni di migliaia di investitori. Nessuna via di scampo nemmeno per l’Italia, in cui per i primi tempi tutto sembrava così lontano e diverso al punto tale che nessuno poteva immaginare che qualcosa di simile sarebbe accaduto di lì a poco. I riflettori sul problema delle frodi finanziarie si accesero con lo scoccare della scintilla dell’emblematico caso della Parmalat 11 , che finalmente mette in luce la rilevanza che i sistemi di controllo hanno nella prevenzione delle frodi catastrofiche, smentendo l’idea diffusa tra i più che le frodi nelle società e nei gruppi siano state il risultato di un comportamento scorretto di individui isolati che si erano posti fuori dalle norme per accelerare il proprio successo personale. Analizzando casi ed esempi dei recenti scandali finanziari, si concretizzano alcuni comuni denominatori che meritano un approfondimento proprio per una migliore comprensione. 7 Gestore di servizi per reti di telecomunicazione internazionale, fallito nel 2001 a causa dell’insufficiente sviluppo del traffico e quindi l’impossibilità di recuperare finanziariamente gli ingenti investimenti in reti di cavi in fibra ottica. 8 E’ un vero e proprio caso di distrazione di asset. Le accuse vanno dall’auto attribuzione di un assegno di 170 milioni di dollari senza alcuna comunicazione al consiglio di amministrazione ai guadagni con vendite illecite di titoli per 430 milioni di dollari. 9 Una delle maggiori tv americane via cavo per la quale lo scandalo è scoppiato nel 2002 per l’impossibilità di sostenere debiti per circa 20 milioni di dollari. 10 Si tratta di un caso minore rispetto a quelli elencati precedentemente, ma interessante per la sua caratteristica di “truffa assoluta” sfuggita dai controlli. Si tratta di una società di trasporto di automobili di lusso nel Corno d’Africa. In quattro anni il corso del titolo aveva raggiunto 50 milioni di dollari, passando dal Nasdaq al Nyse (superando tutti gli esami supplementari della borsa e della Sec). Solo dopo che un giornalista si accorse che non tutta quadrava, si scoprì che la società denunciava ricavi del tutto inventati, elencando conti correnti e contratti inesistenti. Alla prima avvisaglia dello scoppio della truffa, i dirigenti Acnl sono spariti nel nulla. 11 Il crack Parmalat è stato il più grande scandalo di bancarotta fraudolenta e aggiotaggio perpetrato da una società privata in Europa. Fu scoperto solo verso la fine del 2003, nonostante successivamente sia stato dimostrato che le difficoltà finanziarie dell'azienda fossero rilevabili già agli inizi degli anni novanta. l buco lasciato dalla società di Collecchio, mascherato dal falso in bilancio, si aggirava sui quattordici miliardi di euro; al momento della scoperta se ne stimavano la metà. Con l'accusa di bancarotta fraudolenta, è stato rinviato a giudizio e in seguito condannato a diciotto anni di reclusione il patron della Parmalat, Calisto Tanzi, nonché numerosi suoi collaboratori tra dirigenti, revisori dei conti e sindaci. Il fallimento della Parmalat è costato l'azzeramento del patrimonio azionario ai piccoli azionisti, mentre i risparmiatori che avevano investito in bond hanno ricevuto solo un parziale risarcimento. Grazie al cosiddetto decreto "salva-imprese", Parmalat fu salvata dal fallimento e la sua direzione fu affidata all'amministrazione straordinaria speciale di Enrico Bondi, che ha risanato parzialmente i conti (pur dovendo ancora rispondere completamente alle richieste di risarcimento dei vecchi risparmiatori).
Anteprima della tesi: Il Sistema di controllo interno nelle società quotate. Il D. Lgs. 231/2001 nel settore energetico Italiano., Pagina 10

Preview dalla tesi:

Il Sistema di controllo interno nelle società quotate. Il D. Lgs. 231/2001 nel settore energetico Italiano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Carmen Angelino
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa
  Relatore: Antonio Staffa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 182

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

controllo
corporate governance
iso 14001
società quotate
certificazione
internal auditing
ohsas 18001
sistema di gestione della sicurezza
iso 9001
decreto legislativo 231/2001
sistema di controllo interno
sistema di gestione della qualità
sistema di gestione integrato
qualità dell'informazione
settore energetico italiano
sistema-impresa
efficacia efficienza
modello di organizzazione, gestione e controllo
enterprise risk management framework
il modello organizzativo 231
sistema di gestione dell’ambiente
relazione sul governo societario

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi