Skip to content

Costruire l'inimmaginabile: lo spostamento della prospettiva nei documentari DEFA sull'orrore nazista

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 innalzare il socialismo a sistema politico vincente in confronto con gli altri. 12 Al fine di veicolare un messaggio che risultasse alquanto realistico, i produttori dovevano seguire il cosiddetto “realismo socialista”, una corrente di pensiero introdotta in Unione Sovietica da Stalin nel 1932 e successivamente formulata nel 1934 e nel 1946 da Andrej Shdanow che durante gli anni della DDR, soprattutto all’inizio degli anni cinquanta, era considerata sacrosanta. 13 “Nach dieser Doktrin soll der Künstler »das Leben kennen, es nicht scholastisch, nicht tot, nicht als >objektive Wirklichkeit<, sondern als die objektive Wirklichkeit in ihrer revolutionären Entwicklung darstellen. Dabei muss die wahrheitsgetreue und historisch konkrete künstlerische Darstellung mit der Aufgabe verbunden werden, die werktätigen Menschen im Geiste des Sozialismus ideologische umzuformen und zu erziehen«.” Secondo Emmerich, 14 La vocazione al realismo socialista rimarrà alla base di tutti i documentari prodotti dalla DEFA, con la sola differenza che dagli anni settanta in poi non sarà più inteso come uno stile unico, bensì come una molteplicità di stili, in altre parole si rivelerà essere uno stile alquanto duttile che potrà essere applicato in modi differenti a diverse tipologie narrative. Ernst Opgenoorth individua la presenza di tre differenti tipologie di soggetti che hanno caratterizzato i documentari prodotti tra il 1946 e il 1959. La prima è quella che lui definisce con i termini di “Selbstdarstellung” e “Volksdemokratie”, vale a dire la rappresentazione della vita politica in tutte le sue sfaccettature, dalle dimostrazioni politiche, alle assemblee e deliberazioni che ne seguivano. Der Weg nach oben (1950) di Andrew Thorndike e Karl Gass rappresenta al meglio questa categoria. Come suggerisce il titolo, il documentario racconta l’ascesa della DDR in ogni suo più piccolo dettaglio, dalla fine della guerra, all’unificazione del partito, dalla costruzione delle industrie alla produzione di acciaio, senza tralasciare gli aspetti culturali di cui si era fatta promotrice. Non mancava mai in questo contesto la presenza di Wilhelm Pieck, presidente della Repubblica Democratica Tedesca dal 1949, che veniva rappresentato come figura paterna della società. Thorndike nel 1951 in occasione dei festeggiamenti per il settantacinquesimo compleanno del presidente, realizza un film interamente 12 Wolfgang Emmerich, Kleine Literaturgeschichte der DDR (1996). Aufbau Verlag, Berlin. P.115. 13 Ibid., pp.119-120. 14 Ibid., p.120.
Anteprima della tesi: Costruire l'inimmaginabile: lo spostamento della prospettiva nei documentari DEFA sull'orrore nazista, Pagina 11

Indice dalla tesi:

Costruire l'inimmaginabile: lo spostamento della prospettiva nei documentari DEFA sull'orrore nazista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Sara Pauri
Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
Anno: 2011-12
Università: Università degli Studi di Ferrara
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Lingue e Letterature Straniere
Relatore: MatteoGalli
Lingua: Italiano
Num. pagine: 124

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ddr
shoah
documentari
campi di concentramento
defa
nazismo
ebrei
olocausto
repubblica democratica tedesca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi