Media e democrazia: nasce la politica 2.0

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva; la storia insegna, ma non ha scolari” (Antonio Gramsci) INTRODUZIONE La mia scelta, combattuta tra diversi temi e diversi docenti per il percorso di tesi di laurea, è ricaduta su un argomento tanto attuale quanto ignorato dalla maggior parte degli italiani: l’influenza che i media possono avere sulle nostre idee che riteniamo, spesso ingenuamente, personali e originali, frutto di un nostro percorso e caposaldo di un nostro credo. Nell’era dei media invece, sono tante, forse troppe, le vittime dell’oscura persuasione di tv, Internet e tanti altri mezzi di comunicazione di massa. I quali sembrano apparentemente volerci informare su fatti di cronaca, su novità politiche, su dibattiti e argomenti vari, ma plasmano e modellano via via i nostri pensieri .Su questo fenomeno di “inconsapevole ipnosi” al quale siamo tutti potenzialmente esposti, ho deciso però di soffermarmi su un preciso campo di azione, quello politico. Il caso Obama negli Stati Uniti, la nostra Italia dove politica e televisioni sono state a lungo gestite da un'unica persona, sono casi simbolo di quanto la manipolazione e la persuasione siano passate dalle antiche piazze, luogo di confronto politico diretto tra potenti e il popolo, agli schermi. John Dewey 1 ha teorizzato una società che si divide in due categorie distinte: una piccola percentuale di soggetti consapevoli ricchi di un’educazione e una formazione tale da promuovere lo sviluppo personale, l’autonomia di motivazione, valutazione e decisione. Separata da questa minoranza, c’è la grande massa di popolazione, che riceve un informazione orientata, un educazione alla passività. Ed è proprio nella storia recente che i vari Obama, Bush, Hitler hanno captato la fondamentale importanza del connubio psicologia-politica, ispirati da colui che fù nientedimeno che il nipote di uno che di psiche se intendeva abbastanza: Sigmund Freud. Essi è Eduard Bernays (1892-1995), considerato 1 Pezzano T. L'assoluto in John Dewey. Alle origini della comunità democratica educante, Roma, Armando 2007, p. 41.

Anteprima della Tesi di Marco Guidi

Anteprima della tesi: Media e democrazia: nasce la politica 2.0, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Marco Guidi Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4008 click dal 21/12/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.