Skip to content

Why is Italian TFP decreasing? An Econometric Analysis Compares Italy with Other Three European Countries

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 tech sectors) to the most revolutionary (the lack of complementarity between ICT assets and organizational changes). The debate has not identified a single cause, but, according to the statistical findings of this thesis, the lack of complementarity between ICT assets and organizational changes seems to be a very convincing explanation. In any case also the position of other economists have to be taken into account. According to Foresti, Guelpa and Trenti (2007), Italy needs to grow the size of its firms more than to restructure its sectors. The growth of firms size could also increase R&D expenditures (Leoni, 2007). According to Ciccarone and Saltari (2010), greater capital accumulation could be facilitated through tax incentives. A good educational system would allow very productive human capital (Syverson, 2010). Many Italian negative externalities (such as weak policy makers, heavy bureaucracy, inefficient justice and out-of-date infrastructures) should be definitely tackled. Companies should invest more in information and communication technologies (ICT) and they should reorganize their production system in a modern and efficient way. According to Ciccarone and Saltari (2010), there is a strong correlation between ICT investments and productivity. Bugamelli and Pagano (2004) argue that two preconditions must be fulfilled in a firm adopting ICT in order to get the expected extra productivity: an increase in the share of skilled workers and a reorganization of workplace. According to Trento and Warglien (2001), not only organizational changes are essential when ICT investments occur, but they are also facilitated by ICT investments. For Trento and Warglien (2001) ICT enable different production organizational forms, and, on the other hand, they allow to coordinate, process and diffuse a large amount of information at low costs (Trento & Warglien, 2001). Leoni (2009) highlights that ICT implementation requires a codification and standardization of organization processes. Activities that use ICT are knowledge-intensive and they need relational, learning and problem solving high-skills (Leoni, 2009). For this reason organizational forms such as lean production or communities of practice should be implemented more in Italy (Leoni, 2007). According to the findings of this thesis, Italian TFP is mainly affected by capital, ICT. The negative coefficient of the product between a variable that captures high-quality human capital and ICT suggests that in Italy has not yet happened the necessary reorganization of work. Even if the share of high-quality human capital increases, it can
Anteprima della tesi: Why is Italian TFP decreasing? An Econometric Analysis Compares Italy with Other Three European Countries, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Why is Italian TFP decreasing? An Econometric Analysis Compares Italy with Other Three European Countries

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Filippo Albertoni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio - Economia Politica
  Relatore: Riccardo Leoni
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 63

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

italia
econometria
ict
produttività
tfp
produttività totale dei fattori
economia del lavoro
italy
economics
complementarietà
econometrics
productivity
total factor productivity
complementarity
organizational innovation
innovazione organizzativa
economia dell'innovazione organizzativa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi