Skip to content

Il trattamento degli investimenti diretti esteri in Turchia con particolare riferimento agli investitori italiani

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 anche il rafforzarsi delle relazioni con la Russia e con i paesi turcofoni dell'Asia Centrale. Nonostante le spinte positive determinate da un'economia in forte crescita, esistono problemi di natura strutturale di vecchia data, come l'alto tasso d'inflazione, la disoccupazione e l'economia sommersa. Dall'inizio del 2011, dopo aver toccato il valore minimo storico a marzo 2011 (3,9%), il tasso di inflazione è tornato a crescere e l'anno si è concluso con un tasso a due cifre del 10,45%, che supera le previsioni del Programma a Medio Termine 2012- 2014, nel quale il governo turco aveva previsto un inflazione a fine 2011 del 7,5%. Nel corso del 2011, la Lira Turca (TL) ha subito un fortissimo deprezzamento, perdendo circa il 23% del suo valore rispetto al dollaro e oltre il 19% rispetto all'euro. Secondo l'Institute of Internazional Finance (IIF), nel 2011 è stata la moneta con la peggior performance in assoluto rispetto al dollaro. La percentuale di disoccupazione è rimasta intorno all'11% nell'ultimo anno. Le zone dove la percentuale è più alta restano le aree del sud- est del territorio, nel quale lo sviluppo economico rimane ancora fortemente arretrato. I dati non permettono di rilevare l'occupazione non legalizzata, che costituisce una delle macchie più indelebili dell'economia turca. Gli indicatori economici suggeriscono dunque che il quadro generale dell'economia turca presenta luci e ombre. La creazione di un mercato del lavoro più flessibile, un consistente taglio degli oneri fiscali, la lotta al lavoro in nero, la riduzione dell'economia sommersa e la lotta alla corruzione 8 , restano le principali sfide cui il Paese è sottoposto nei prossimi anni. Con riferimento alle riforme strutturali e legislative che hanno contribuito allo sviluppo economico e al flusso di investimenti nel Paese, particolare attenzione deve essere rivolta alla nuova legge quadro sugli investimenti diretti esteri, in vigore dal 8 "Secondo i dati pubblicati dalla Chamber of Public Accountants and Financial Advisors di Istanbul, nel 2010 i proventi derivanti da attività illecite avrebbero sfiorato i 4,76 miliardi di dollari. Al primo posto di questa classifica del malaffare si troverebbe il traffico di droga, con un guadagno stimato in 1,7 miliardi di dollari. Seguirebbe i traffico di clandestini che, nel solo 2010, avrebbe fatto intascare 440 milioni di dollari. Subito dietro, il contrabbando di sigarette e alcol, che avrebbe portato guardagli rispettivamente per 387 e 60 milioni di dollari. Il rapporto mette in guardia dalla crescita esponenziale dei traffici di tabacco, alcool e té che, venduti illegalmente, causerebbero alle casse dello Stato un danno milionario, a causa dei mancati introiti della ÖTV, la tassa sul consumo privato di certi beni. Il mercato nero ammonterebbe al 40-45% dell'economia nazionale turca, dato peggiorativo rispetto al 28% di un analogo studio condotto dal Ministero delle Finanze turco". Fonte: Ambasciata d'Italia ad
Anteprima della tesi: Il trattamento degli investimenti diretti esteri in Turchia con particolare riferimento agli investitori italiani, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Il trattamento degli investimenti diretti esteri in Turchia con particolare riferimento agli investitori italiani

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Cardascia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni Internazionali
  Relatore: Elena Sciso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

italia
turchia
unione europea
medio oriente
banca mondiale
investimenti diretti esteri
fondo monetario internazionale
ocse
bit
organizzazioni internazionali
icsid
trattamento non discriminatorio
trattato di lisbona
tutela e protezione ide
investitore italiano
ice istanbul
accordo bilaterale italia- turchia
partenariato italia- turchia
ide italiani
incentivi agli investimenti
investimento estero
investitore estero
ispat
nuovo codice commerciale turco

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi