Skip to content

Studio delle sindromi neurocomportamentali e delle asimmetrie posturali nel prematuro. Valutazione neuropsicomotoria e trattamento riabilitativo

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
e 200 volte. L’incidenza dei parti prematuri è stata stimata tra il 6% e il 15% di tutti i parti e numerosi studi hanno mostrato forti incrementi dei tassi di sopravvivenza: negli anni ’80 del secolo scorso riportavano per il ELWB una percentuale di sopravvivenza del 30%;(6) successivamente con l’attuazione di grandi cambiamenti delle strategie e terapie ostetriche e neonatali, negli ultimi decenni è stato possibile un forte miglioramento della sopravvivenza: informazioni importanti in merito infatti provengono da uno studio condotto da David Field e colleghi e pubblicato sul British Medical Journal nel quale sono stati confrontati i tassi di sopravvivenza dei bambini nati tra la 22esima e la 25esima settimana di gestazione nei periodi 1994-1999 e 2000-2005; il numero dei parti e la proporzione dei neonati morti in sala parto sono risultati simili nei due intervalli presi in considerazione, mentre si è assistito ad un significativo miglioramento nella sopravvivenza dopo la dimissione dall’unità di cura intensiva neonatale: dal 36% al 47 %.(7) Quindi negli ultimi decenni la neonatologia è riuscita a portare il limite della capacità di sopravvivenza di un neonato ad una soglia sempre più precoce di gestazione:se negli anni Settanta e Ottanta si riteneva che per riuscire a sopravvivere un neonato dovesse avere almeno 28 settimane di gestazione ed un peso minimo alla nascita di circa 1000 grammi, oggi, grazie alla profilassi della maturazione polmonare, alla somministrazione di surfattante e alle nuove tecniche di respirazione artificiale, questa soglia si è abbassata, di fatto, al di sotto della 25esima settimana con sopravvivenza di neonati con peso inferiore ai 600 grammi. È vero anche che con l’aumento del tasso di sopravvivenza dei nati pretermine c’è stato un conseguente aumento di disturbi dello sviluppo più o meno gravi evidenziabili durante il percorso evolutivo; infatti le anomalie neuro comportamentali transitorie o persistenti in questi neonati, derivanti dagli eventi traumatici che subiscono, possono rallentare e/o alterare la crescita aumentando maggiormente il rischio di disturbi dello sviluppo neuro psicomotorio, psicoaffettivo o neuropsicologico. Queste anomalie neuro- comportamentali infatti possono con il tempo sfociare in sequele patologiche a distanza tra cui possiamo evidenziare patologie neuropsichiatriche più severe (paralisi cerebrale infantile, ritardo
Anteprima della tesi: Studio delle sindromi neurocomportamentali e delle asimmetrie posturali nel prematuro. Valutazione neuropsicomotoria e trattamento riabilitativo, Pagina 4

Indice dalla tesi:

Studio delle sindromi neurocomportamentali e delle asimmetrie posturali nel prematuro. Valutazione neuropsicomotoria e trattamento riabilitativo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Cristina Pettograsso
Tipo: Laurea liv.I
Anno: 2010-11
Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
Facoltà: Medicina e Chirurgia
Corso: Terapia della Neuro-Psicomotricità dell'età evolutiva
Relatore: Antonella Cerquiglini
Lingua: Italiano
Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

massaggio infantile
relier j.p.
sindrome neuro comportamentale del lattante
asimmetria posturale neonatale
approccio neuroevolutivo al prematuro
contenimento cutaneo
cura posturale
teoria sinattiva e sul developmental care
neonatal intensive care unit

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi