Skip to content

Scene con guerrieri nella ceramografia corinzia ed attica di età arcaica

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Nelle Leggi, Platone dice: " pace non e che un nome; di fatto ogni stato, per sua stessa natura, si trova sempre con tutti gli altri in guena non proclamata "I . Questo continuo stato di gtlena, del quale v' e ampio ri scontro nelle fonti letterarie, riflette I' atteggiamento dei Greci in relazione al conflitto annato. Atteggiamento che, specie in eta arcaica, era in connessione col concetta' di agon del quale la guena era un' estensione. Molti studio si sono convinti che quella oplitica fosse una gtlena rituale: battaglie condotte da piccoli proprietari tenieri in anni che tentavano di comune accordo di lil11itare il conflitto e quindi il massacro a un'unica seppur sanguinosa occasione 2 , sia che 10 scopo fosse difendere il proprio tenitorio dalla minaccia di un esercito nemico, sia che fosse la disputa di un piccolo tenitorio di confine. Gli esempi non sono rari : Erodoto testimonia la contesa tra gli Spartani e gli Argivi per una piccola regione montagnosa, chiamata Tirea, posta a confine tra I' Argolide e la Laconia. Lo storico riferisce di un episodio avvenuto alIa meta del VI secolo a. C. circa, in cui entrambe le parti si accordarono perche si aflrontassero due compagini composte da trecento uomini scelti, mentre il grosso degli eserciti si sarebbe dovuto allontanare per non portare soccorso ai c0l11pagni 3 . Anche Tucidide ci da notizia di un trattato stipulato tra Argo e Sparta che avrebbe dovuto avere la durata di cinquanta anni e nel quale si stabiliva che, se non vi fossero state pestilenze 0 altre gtlerre, una delle due citta avrebbe dovuto invitare l'altra a partecipare ad uno scontro che avrebbe assegnato la Tirea ad uno dei due contendenti. Questa rivalita tra i Lacedel110ni e gli Argivi dura fino all 'eta rOl11ana . Questa l11entalita, estrel11amente distante dal modo modemo di concepire la guena, pennea di se l'intera societa arcaica greca e naturalmente i suoi prodotti, di cui la decorazione vascolare e un esempio. Essa non e puro elemento esomativo, ma veicolo di particolari significati e simbolismi che sono espressione di quei valori accettati universalmente dai polifai. Nella ceramografia arcaica, il gtleniero ha un posto fondamentale, sia che i soggetti siano desunti dal mondo dell'epica sia che abbiano una qualche attinenza con la reaita contemporanea. Questo lavoro si propone di mettere in evidenza tale aspetto, attraverso l'analisi delle pitture vascolari di eta arcaica, delle corinzie, come delle attiche. In primo luogo, vengono considerati i vari contesti figurativi nei quali ricone la figtlra del gtlerriero, inserita in scene semplici 0 complesse, caratterizzate dalla presenza di personaggi particolari e dalla loro diversa di sposizione nella composizione. L' esame dei vari 1 Platone, Leggi, 626a (trad. di F. Adomo). 2 HANSON 2001 , p. 24. 3 Erodoto. Storie, L 82. 3 - -- -----------
Anteprima della tesi: Scene con guerrieri nella ceramografia corinzia ed attica di età arcaica, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Scene con guerrieri nella ceramografia corinzia ed attica di età arcaica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gerardo Di Martino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Antonella Mandruzzato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

archeologia
guerra
opliti
ceramica attica
ceramica corinzia
antropologia
arte
atene
pittura
ceramica
sparta
iconografia
grecia antica
oikos

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi