I Computer come media persuasivi, dal search Engine Marketing al Filtro Bolla

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Capitolo 1 IL COMPUTER COME STRUMENTO DI PERSUASIONE 1.1 LA PERSUASIONE NELL’ERA DIGITALE Possiamo definire la persuasione come qualsiasi tentativo atto a modificare atteggiamenti o comportamenti senza usare coercizione o inganno. Con il termine di tecnologie della persuasione possiamo definire l’area d’incontro tra la tecnologia informatica e la persuasione. Focalizzando l’attenzione su come le tecnologie possono essere progettate per cambiare pensieri e comportamenti delle persone possiamo affermare che la tecnologia del ventunesimo secolo sta già sostituendo gli esseri umani in alcune attività: distributori automatici di benzina, home-banking, casse del supermercato e call-center automatici, con il passare del tempo questo modello sarà applicato a tutti i campi in cui le persone sono considerate superflue. La tecnologia persuasiva è un’area di ricerca e sviluppo in continua crescita. I vari sistemi informatici, come ad esempio siti web, programmi di gestione della produttività o telefoni cellulari sono sempre più focalizzati su come motivare e influenzare gli utenti. La tecnologia può essere utilizzata in modo persuasivo per sviluppare prodotti, conquistare nuovi clienti e mercati, rafforzare l’identità del proprio marchio o fidelizzare la propria clientela. Quando si tratta di modificare atteggiamenti e comportamenti l’esperienza diretta fa la differenza, lo scopo è sempre quello di offrire un’esperienza tanto forte da convincere le persone a cambiare i propri atteggiamenti o i propri comportamenti. Il principio dell’esperienza si applica anche alle tecnologie persuasive, quando i computer sono usati come mezzi di comunicazione persuasivi, in modo particolare attraverso la simulazione, possono avere un impatto incisivo nel cambiare atteggiamenti e comportamenti nel mondo reale. I computer non sono stati creati allo scopo di persuadere, ma per gestire, calcolare, immagazzinare e recuperare dati. Passando dai laboratori di ricerca ai luoghi di lavoro, fino a far parte della vita di tutti i giorni, sono sempre più spesso dotati di caratteristiche e funzioni di persuasione. I primi prodotti di tecnologia persuasiva risalgono agli anni settanta e ottanta, quando furono progettati alcuni sistemi informatici allo scopo di promuovere stili di vita salutari e incrementare la produttività nei luoghi di lavoro. E’ stato solo alla fine degli anni novanta, in particolare con l’avvento d’internet che sono stati creati i primi sistemi tecnologici persuasivi. I tradizionali mezzi di comunicazione, radio, televisione e stampa sono stati utilizzati a lungo per influenzare le persone e cambiare il loro atteggiamento e comportamento. Che cosa rende diversa la relazione tra computer e persuasione? L’interattività. ‘In effetti dire “interazione” è come dire “coinvolgimento”, “aprire un dialogo”. È proprio questa potenzialità di aggancio che può rendere persuasivo un qualsiasi sistema informatico’ 1 . Le tecniche di persuasione sono più efficaci quando implicano interattività, quando i mezzi di persuasione riescono ad adattare le loro tecniche all’evolversi della situazione. ‘le metodologie di persuasione raggiungono un livello di efficacia maggiore se implicano l’interattività, ovvero quando gli strumenti utilizzati riescono ad adottare le loro tecniche in funzione dell’evoluzione dell’interazione tra i soggetti coinvolti’ 2 . 1 http://sole.dimi.uniud.it/~giorgio.brajnik/dida/ux/relazioni/persuasione-busolini-lesa-2011.pdf Unità didattica del corso di laurea magistrale in Comunicazione multimediale e Tecnologia dell’informazione, Università degli studi di Udine. Il corso affronta il tema del Design persuasivo usato per progettare strumenti informatici, in particolare un sito web. http://sole.dimi.uniud.it/~giorgio.brajnik/index-ita.html

Anteprima della Tesi di Matteo Pirola

Anteprima della tesi: I Computer come media persuasivi, dal search Engine Marketing al Filtro Bolla, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Matteo Pirola Contatta »

Composta da 77 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2263 click dal 09/01/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.