Federico II e le donne: il silenzio delle fonti e la storiografia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 INTRODUZIONE Confesso, ex abrupto, che il mio interesse per la figura storica di Federico II non è estraneo al fatto di risiedere da anni a Brindisi la città chiamata da Federico «Filia Solis» 2 . Brindisi, sede della Zecca del Regno, in cui vengono coniati gli «Imperialis Brundusii» moneta unica per tutto il Regno, che per la prima volta assume valore numerario e non a peso il «Cassatis t[areni]s novis Amalphie non nisi pro denariis novis Brundusii» 3 . Brindisi in cui è coniato nel 1222 anche l’unico denaro, di peso in argento maggiore rispetto agli altri denari federiciani, in cui il particolare rilievo dato alla testa coronata di Federico e all’attributo II fa pensare all’unico conio celebrativo dell’incoronazione imperiale 4 . Brindisi protesa verso l’Oriente, crocevia della cultura, del commercio, della politica e della religione che anche nel XII-XIII secolo svolge il ruolo di cerniera, verso la Terrasanta e l’Oriente. Brindisi estremo limine del mondo occidentale, frontiera della Cristianità, utilizzata letterariamente anche nelle chansons, nell’epica e nei racconti di viaggio dei pellegrini, come termine del raggiungibile e del conosciuto. Brindisi, in cui crociati e pellegrini potevano ammirare architetture e respirare atmosfere capaci di prefigurare la visione della Terrasanta. 2 Itinerarium Federici secundi (narratio qual iter imperator Federicus reaquisivit regnum s[ibi] rebel[latu]m quando accessit ad aquirendum Jerusalem et sepulcrum Cristi) in Fulvio Delle Donne, Città e monarchia nel Regno svevo di Sicilia, Salerno, 1998, p. 96 3 Ryccardi de Sancto Germano, Chronica, in “Rerum Italicarum Scriptores”, t. VII, 2 Bologna, 1937, p. 103 4 Cfr. Eugenio Travaglini, Di un raro denaro di Federico II coniato nel 1221 nella zecca di Brindisi in “Archivio Storico Pugliese”, A. 15(1962), p. 435-440

Anteprima della Tesi di Evi Galiano

Anteprima della tesi: Federico II e le donne: il silenzio delle fonti e la storiografia, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Evi Galiano Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 917 click dal 07/12/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.