Skip to content

La finanziarizzazione dell'economia e le sue conseguenze

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 10 - mune negli Stati Uniti, così come in Europa, è stata quella di salvare gli i- stituti bancari e assicurativi, secondo il principio del “Too big to fail”. Que- sto principio, come vedremo nel caso islandese, è una sorta di garanzia implicita per gli istituti finanziari che perpetrerebbero azioni altamente ri- schiose, forti del fatto che eventuali perdite verrebbero coperte dalle istitu- zioni. Così avvenne e il Congresso degli Stati Uniti accettò la TARP (Trou- bled Asset Relief Program) 25 , dopo il fallimento della Lehman Brothers, per comprare asset, definititi tossici, delle varie banche in crisi per un am- montare di 700 miliardi di dollari (piø costi indiretti 26 ) in cambio di parteci- pazioni sotto forma di azioni privilegiate e dell’impegno, da parte degli isti- tuti, a restituire quanto ricevuto 27 . La TARP viene considerata “come la piø grossa operazione di aiuto al business finanziario mai decisa nella storia americana” 28 e l’opinione pubblica statunitense ha criticato fortemente questo piano, reputando scorretto l’esborso di simili cifre per salvare la fi- nanza e non la popolazione in evidenti difficoltà 29 . Le motivazioni addotte per aver lasciato fallire la Lehman e aver sal- vato altre banche e istituti assicurativi sono numerose. Tra le tante, gli e- sperti ritengono che Lehman sia stata lasciata fallire poichØ il suo salva- taggio avrebbe creato piø danni del default. Esistono delle differenze strut- turali tra i vari istituti, per fare un esempio, mentre per la AIG 30 (la piø 25 Il TARP è il programma studiato nel settembre 2008 dall’allora segretario di Stato al Tesoro sta- tunitense, Paulson, e dal presidente della Fed, Bernake, con l’obiettivo di porre freno alla crisi. 26 Bloomberg pubblica un articolo di Ivry, Keoun and Kuntz (2011), secondo i quali: «The amount of money the central bank parceled out was surprising even to Gary H. Stern, president of the Fed- eral Reserve Bank of Minneapolis from 1985 to 2009, who says he “wasn’t aware of the magni- tude.” It dwarfed the Treasury Department’s better-known $700 billion Troubled Asset Relief Program, or TARP. Add up guarantees and lending limits, and the Fed had committed $7.77 tril- lion as of March 2009 to rescuing the financial system, more than half the value of everything pro- duced in the U.S. that year». (L’intero articolo è consultabile al seguente link: http://www.bloomberg.com/news/2011-11-28/secret-fed-loans-undisclosed-to-congress-gave- banks-13-billion-in-income.html, visitato il 26 ottobre 2012). L’operazione di salvataggio sarebbe costata, dunque, piø di 7 trilioni di dollari. 27 Per approfondimenti sul TARP vedi: http://troubled-asset-relief-program.net/, visitato il 26 otto- bre 2012; [PDF] http://www.cbo.gov/sites/default/files/cbofiles/ftpdocs/121xx/doc12118/03-29- tarp.pdf. 28 Margiocco (2011), articolo dell’8 aprile 2011, consultabile al seguente link: http://www.lettera43.it/economia/finanza/12525/le-dimissioni-di-barofsky-e-la-verita-sulla- tarp.htm, visitato il 26 ottobre 2012. 29 Sul funzionamento della Tarp, le critiche e il ruolo del suo supervisore Barosfky, vedi Magiocco (2011). 30 La AIG è tra i principali emettitori e sottoscrittori di CDS, Credit Default Swap, contratti assicu- rativi con elevato rischio. Cfr. Banknoise (2008), articolo consultabile al seguente link:
Anteprima della tesi: La finanziarizzazione dell'economia e le sue conseguenze, Pagina 10

Preview dalla tesi:

La finanziarizzazione dell'economia e le sue conseguenze

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Marongiu
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze economiche, giuridiche e politiche
  Corso: Governance e Sistema Globale
  Relatore: Gianfranco Bottazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi