Fra ricordo e dimenticanza. Problemi e prospettive della corporeità nell'era della tecnica.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Ecco che la memoria si configura come organizzazione dell’accesso all’informazione e non come semplice raccolta di fatti passati 6 . Essa riguarda la capacità di selezionare a partire da uno sfondo di dati ambientali possibili, ciò che è informativo per il sistema, ciò che viene riconosciuto come diverso rispetto a quello che è già noto, attraverso la ripetizione e la ridondanza, cioè la costituzione di identità. La genesi di ridondanza è la condizione per avere la varietà; entrambe sono cioè lati della stessa distinzione, e la forma di questo rapporto varia al variare della memoria. In questa accezione la memoria è fondamentale per regolare il rapporto tra il sistema e l’ambiente, impedendo di essere esposti in modo incontrollato a tutto ciò che arriva da esso e coordinando gli eventi che verranno proiettati all’esterno. Essa cioè realizza una costante verifica di coerenza delle operazioni del sistema, creando un ordine nella loro successione. Regolare il rapporto tra l’autoreferenza e l’eteroreferenza che la memoria presuppone, significa regolare l’ordine e la forma dell’ osservazione 7 . Funzione della memoria è quella di evitare il blocco del sistema nel suo adattamento al mondo, condensando i dati che rimangono stabili, le identità, che vengono appunto ricordate; e ciò avviene dimenticando tutto ciò che la memoria non seleziona. 6 Cfr. Elena Esposito, La memoria sociale. Mezzi per comunicare e modi di dimenticare, Laterza, Roma – Bari, 2001. 7 Cfr. idem.

Anteprima della Tesi di Simona Giuseppina Bartolotta

Anteprima della tesi: Fra ricordo e dimenticanza. Problemi e prospettive della corporeità nell'era della tecnica., Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Simona Giuseppina Bartolotta Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1780 click dal 11/12/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.