Skip to content

Sindacati e Partecipazioni statali. Il caso Lanerossi-ENI (1959-1973)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
cristiani di unità sociale che caratterizzavano il territorio vicentino. Quest'opera di fidelizzazione verso i propri lavoratori venne ripresa anche da altre aziende soprattutto del “triangolo industriale” durante la seconda metà del diciannovesimo secolo ed ebbe dei risultati significativi soprattutto nel controllare ed arginare le eventuali ondate di protesta che sarebbero potute crescere in un ambiente di fabbrica non guidato da queste forme di paternalismo educativo. Nel libro del sociologo dell'industria Aris Accornero Il mondo della produzione si fa cenno all'importanza di queste istituzioni sociali a disposizione dei dipendenti per cercare di instillare in loro la fiducia nella logiche del progresso capitalista, che avrebbero finito per avvantaggiare anche loro: Un'opera educativa non trascurabile venne inoltre dalle scuole serali o professionali e da istituzioni caritative o filantropiche...Sia l'alfabetizzazione di base sia l'istruzione professionale diedero un contributo formativo che si nutriva di positivismo, di scientismo, e anche di riformismo sociale, con cui si divulgava una filosofia industrialista e una ideologia del progresso 2 . Le strutture sociali che orbitavano attorno alla Lanerossi sopravvissero per quasi un secolo e rappresentarono un modello esemplare di coinvolgimento del mondo operaio nella vita dell'azienda. È stato sottolineato come per tutti gli anni Cinquanta il paternalismo rimase il fulcro della politica aziendale: «l'uso della concessione della minestra ai pensionati, l'assegnazione di case ai lavoratori, il licenziamento con la contropartita dell'assunzione del figlio/a nelle consociate, ecc., sono tutti tentativi di conservare una “comunità integrata” con i valori della propria professionalità e della affermazione e successo aziendali (circoli, club dei “Lanerossini”, inni in onore dell'azienda, ecc.)» 3 . A Vicenza come altrove al tema dell'abitazione fu riconosciuto un ruolo di primo piano per il controllo della manodopera. Secondo uno studio pubblicato nella rivista «Classe» «lo scopo non si configura come soddisfacimento di un bisogno sociale, ma come momento organico dello stesso sviluppo capitalistico; l'intervento capitalistico consente allo stesso tempo il rastrellamento della mano d'opera a basso costo sparsa nel territorio e il suo controllo in “istituzioni” che ne assicurino il massimo rendimento» 4 . Per l'operaio stesso la funzione svolta in fabbrica cominciò ad essere sempre più indice di orgoglio professionale, soprattutto nei reparti dell'industria tessile, come la tessitura, dove l'abilità era un requisito fondamentale per svolgere correttamente la mansione. La difesa del proprio lavoro si organizzò nel sindacato in proporzione al valore del lavoro che veniva percepito dall'operaio 2 Ivi, p. 57. 3 ENRICO MARCHESINI, ATTILIO MASIERO, Il caso tessile, Milano, Mazzotta Editore 1975, p. 57. 4 ELEONORA ARIANO, GIANPAOLO CANA VESI, MAURIZIO GAY , NICOLETTA RIVA, FERNANDA SABATELLI, LUIGI TRABATTONI, I dormitori-convitto e i villaggi operai in una zona tessile del Nord Milano, in «Classe», (IX), n.14, ottobre 1977, p. 154. 10
Anteprima della tesi: Sindacati e Partecipazioni statali. Il caso Lanerossi-ENI (1959-1973), Pagina 8

Preview dalla tesi:

Sindacati e Partecipazioni statali. Il caso Lanerossi-ENI (1959-1973)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Chemello
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Gilda Zazzara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 149

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sindacato
partecipazioni statali
industria tessile
lanerossi
eni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi