Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La sociologia processuale nello studio dei movimenti sociali contemporanei. Il caso Zeitgeist.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I Interiorizzazione di valori e modelli di comportamento nello sviluppo della società 1.1 Il mutamento sociale tra civilizzazione e razionalizzazione Come vengono interiorizzati determinati modelli di comportamento da parte di intere società? Questa una domanda complessa che cercherò di analizzare in questa prima parte del lavoro, focalizzando l'attenzione sul processo di razionalizzazione dell'Occidente di Max Weber e sulla teoria del processo di civilizzazione di Norbert Elias. Una domanda che crea varie obiezioni di per sé: cosa si intende, infatti, per modelli di comportamento? Spesso il termine viene sostituito da altri, ad esempio valori, modelli istituzionali, strutture sociali. In generale ci riferiamo a tutte quelle condotte di vita che, per un numero considerevole di persone, si definiscono quotidiane e routinarie, perché entrate a far parte di un habitus 2 sociale standardizzato. Che si tratti della sfera della coercizione fisica, della struttura economica, della componente morale ed emotiva di un certo gruppo di individui, è proprio nel momento in cui certi comportamenti, da privati divengono pubblici, che si viene a creare un duplice meccanismo: da una parte un mutamento del tipo di interazioni sociali, dall'altra il contemporaneo mutamento dell'habitus psichico dell'individuo. Questo un pensiero ancora generale, ma che mostra innanzitutto l'intera complessità della questione, di quel continuo divenire storico al quale Elias si avvicina con un pensiero orientato in direzione evolutiva, definendo la sua una sociologia storico-processuale, in cui la dimensione sociale e psicologica del singolo si intrecciano storicamente, mutando nel tempo. Elias parla a questo proposito di modelli figurazionali, processi dinamici che sottintendono una forte interdipendenza tra gli individui, i quali consentono ad Elias di superare le dicotomie soggetto-oggetto, individuo-società e di distaccarsi sia dalla concezione dell'uomo come clausus rispetto al resto della società, sia dal forte individualismo metodologico di Weber, per cui il singolo è al centro della scena come artefice dei mutamenti sociali. Oltre a ciò, tramite le sue figurazioni, Elias tenta di andare oltre le concezioni statiche dei processi sociali, e ciò gli consente di distaccarsi anche da Talcott Parsons, ritenendo le 2 “Il termine 'habitus' […] viene definito succintamente da Elias come 'seconda natura': si tratta di quegli elementi del comportamento e del sentimento che vengono appresi a partire dall'infanzia, ma che vengono assorbiti così profondamente da apparire innati, intrinseci”, Stephen Mennell, Enciclopedia delle scienze sociali – voce Maniere, 1996, http://www.treccani.it/enciclopedia/maniere_(Enciclopedia-delle-Scienze- Sociali)/ 9

Anteprima della Tesi di Eleonora Salina

Anteprima della tesi: La sociologia processuale nello studio dei movimenti sociali contemporanei. Il caso Zeitgeist., Pagina 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eleonora Salina Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1678 click dal 15/01/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.