Skip to content

Il Museo Storico Archeologico di Nola: Analisi e Valorizzazione di una Istituzione

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 più recenti indagini, però, sembra che questo materiale sia piuttosto da attribuire alla dispensa di una grande capanna. Pochi anni dopo, nel 1976, un rinvenimento casuale nei pressi di Monte Fellino (Roccarainola), portò alla luce un gruppo di vasi d’impasto (almeno 42) 24 . I reperti, verosimilmente appartenenti ad una capanna collocata nei pressi dell’area di ritrovo, presentavano grande affinità cronologico-culturale con quelli ritrovati a Palma Campania 25 . Il rinvenimento risulta interessante in quanto conferma le linee di transumanza di comunità pastorali lungo il Partenio. Tra le forme più presenti troviamo numerose tazze, brocche, scodelle, ciotole, ma anche coperchi di bollitoio. Il materiale risulta indicativo di una produzione casearia, a cui dovevano accompagnarsi l’allevamento del bestiame e le attività domestiche come la filatura (testimoniate dal ritrovamento di fusaiole discoidali). L’eruzione c.d. delle Pomici di Avellino, determinò effetti molto differenti sui territori a seconda della posizione che questi rispetto al cratere. Interessanti a questo proposito risultano le osservazioni della C. Albore Livadie 26 , la quale ha vivamente sottolineato il differente impatto dovuto all’esclusiva caduta di pomici (determinatosi nelle zone poste a N-E) rispetto al devastante passaggio dei surge 27 (aree poste a N-O). Mentre infatti le prime tendono a preservare le strutture abbattute, i secondi determinano per lo più la conservazione delle tracce impresse nel paleosuolo. Una significativa differenza si riscontra, inoltre, nei tempi di ripopolamento: la caduta di fall 28 sembra infatti aver ritardato la ricostituzione dell’humus e quindi i tempi di rioccupazione per le zone poste a nord-est. In ultima analisi, non bisogna dimenticare le differenti modalità di decesso: ad una morte più lenta, dovuta ad un seppellimento progressivo, subita dagli abitanti dei villaggi posti ad est del Vesuvio, deve aver corrisposto la cessazione immediata di 24 Cfr. ALBORE LIVADIE 1987; CAPOLONGO 1976-1977, pp. 13-26 25 A differenze di quelli rinvenuti a Palma Campania, però, i vasi di Monte Fellino presentavano maggiori tracce di utilizzo. Seppelliti anch’essi dall’eruzione c.d. delle Pomici di Avellino, si profilano come strettamente coevi a quelli dell’altro insediamento. Ritroviamo, infatti, fatta eccezione per alcune varianti, lo stesso repertorio vascolare, nel quale ricorrono alcuni elementi caratteristici come le anse a nastro formanti gomito o le forme carenate, le stesse categorie di contenitori, ecc. 26 Cfr. ALBORE LIVADIE et al. 1998, p. 57 27 Flussi di materiale piroclastico che si formano nel corso di alcune eruzioni esplosive nei quali la fase gassosa è più abbondante di quella solida 28 Materiale piroclastico di ricaduta
Anteprima della tesi: Il Museo Storico Archeologico di Nola: Analisi e Valorizzazione di una Istituzione, Pagina 12

Preview dalla tesi:

Il Museo Storico Archeologico di Nola: Analisi e Valorizzazione di una Istituzione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefania Gatto
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Archeologia
Anno: 2010
Docente/Relatore: Federico Rausa
Istituito da: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 330

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi
comunicazione
museo
musei
beni culturali
archeologia
conservazione
valorizzazione
preistoria
museale
museologia
allestimento
museografia
nola
tesi archeologia
musei archeologici
tesi musei
tesi museo
museo nola
nolano
tesi museo nola
allestitivi
tesi museo preistorico
museografici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi