; Skip to content

L'avventura di RT90. La voce intangibile di un popolo nel panorama radiofonico degli anni '90

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 il piccolo popolo dei radioamatori. Con la banda cittadina l'accesso alla tecnologia e alla funzionalità si abbassava drammaticamente. L’avvento della radiofonia privata in Italia sconvolge in profondità l’assetto dei media, le loro reciproche aree d’influenza e in particolare il rapporto fra radio e televisione. Mentre la radio pubblica rimane ancorata a un palinsesto generalista (alternando alla coralità di una comunicazione generalizzata, appuntamenti specifici per i più svariati gruppi di ascoltatori), è con la radio privata che si stravolge questo tipo di offerta. Le radio italiane sono centinaia, agli inizi, tutte diverse per peculiarità geografiche, musicali, politiche e ciascuna insegue più o meno consapevolmente, un proprio gruppo di ascoltatori di riferimento. Il modello generalista naufraga di fronte all’emergere di tante diverse qualità di radio. Anche quando, dalla metà degli anni Ottanta, l’affermazione delle radio private nazionali ridurrà alcuni margini di creatività propri dell’esperienza radiofonica privata e locale, la radio rimarrà – e rimane tuttora – altamente polifonica, mentre in televisione il modello generalista attira anche emittenti piccolissime che ritengono di “fare il verso”, talvolta con esiti ridicoli, ai grandi network. Negli Stati Uniti la “radio di flusso” o “di formato” sostituisce il palinsesto con un andamento rotatorio della programmazione, che si ripete ogni ora. Il “clock” ha determinate componenti di programmazione collocate in una determinata porzione dell’ora, la cui miscela è il tratto distintivo di quell’emittente, che contraddistingue non solo la sua programmazione musicale, ma la sua riconoscibilità presso il pubblico, in definitiva il suo rapporto con gli ascoltatori. Si tratta naturalmente di un modello commerciale. Certo, esso è stato applicato in Italia solo dalla metà degli anni Ottanta, senza dimostrare la stessa efficienza e commerciabilità che aveva incontrato in America, e dunque con molte attenuazioni e variazioni sul tema. In Italia per molti anni si è avuto, infatti, un flusso senza clock, e talvolta anche senza palinsesto: lunghe chiacchierate dei conduttori radiofonici, senza confini certi; scelte musicali secondo l’insindacabile giudizio del disc jockey di turno. La concezione generalista del palinsesto, ormai tratto distintivo della televisione, ne usciva quindi scardinata. 5 La teoria “del flusso”, adottata dalla radio, è stata elaborata in ambito televisivo da Raymond Williams nel 1974. “L’offerta televisiva non è – scrive Williams - un programma composto da unità singole con determinate inserzioni pubblicitarie, ma un flusso pianificato, in cui la sequenza effettiva non è quella dell’orario dei programmi pubblicato dai giornali, ma quella stessa trasformata dall’inclusione di un altro tipo di sequenza, in modo tale che l’una e l’altra, insieme, compongono il flusso effettivo della programmazione, il vero broadcasting”. 6 In 5 E. Menduni, “Radio Fm 1976-2006. Trent’anni di libertà d’antenna”, Minerva, Bologna 2006, pp. 297-300 6 R. Williams, Televisione, tecnologia e forma culturale, Editori Riuniti, Roma, 2000
Anteprima della tesi: L'avventura di RT90. La voce intangibile di un popolo nel panorama radiofonico degli anni '90, Pagina 5

Preview dalla tesi:

L'avventura di RT90. La voce intangibile di un popolo nel panorama radiofonico degli anni '90

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Geremia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze e tecnologie delle arti e dello spettacolo, Giornalismo
  Relatore: Paola Abbiezzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 84

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

radio
storia del settore radiofonico
la radio degli anni '90
le radio locali
radio triocola90
comunicazione e ascolto
funzioni della radio
il pubblico della radio
radio e tv
la nascita delle radio private o

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi