Il progetto della sicurezza nei cantieri edili. Analisi dell'iter legislativo e verifiche di fattibilità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 17 L installazione del cantiere prevede, inoltre, l allestimento delle opere provvisionali indispensabili per la realizzazione dell opera: i ponteggi fissi o mobili, trabattelli, ponti di servizio. ∗ Il ponteggio fisso di tipo classico Ł realizzato mediante un sistema tubolare metallico smontabile, e quindi piuttosto versatile: viene impiegato sia per la costruzione di nuovi edifici, sia per la manutenzione di edifici esistenti. La struttura viene completata da tavole di legno per la formazione degli impalcati, parapetti, andatoie, passerelle e parasassi. ∗ I ponteggi fissi a telai prefabbricati, di recente introduzione, garantiscono rapidit di montaggio ma ne vincolano l impiego alle facciate degli edifici. Entrambi i tipi di ponteggio sono soggetti ad approvazione ministeriale per l omologazione fino ad altezze di 20 m.: per altezze superiori, l impiego Ł subordinato al progetto e calcolo strutturale 17 ∗ I trabattelli sono ponti su ruote a torre, per altezze limitate, facilmente spostabili e adattabili ai lavori di manutenzione, ma impiegabili soltanto nel caso di appoggio orizzontale. ∗ I ponteggi mobili sono dotati di meccanismi che consentono spostamenti in verticale lungo appositi montanti reticolari ancorati saldamente alla struttura dell edificio su cui sono installati. Consentono un risparmio del tempo di montaggio e smontaggio fino al 70% rispetto ai ponteggi fissi, e sono particolarmente vantaggiosi per interventi di manutenzione che comportano semplici operazioni senza l impiego di particolari attrezzature, nei quali Ł richiesta la possibilit di spostare e regolare facilmente l altezza del ponte di lavoro. La valutazione e la scelta delle attrezzature sinteticamente descritte deve essere seguita da un adeguata organizzazione della gestione del cantiere che stabilisca i ruoli, le competenze e le responsabilit per la sicurezza, per la corretta esecuzione dei lavori, la programmazione e l organizzazione della mano d opera, l espletamento degli adempimenti previsti dalle normative vigenti, la verifica delle forniture di materiali ecc. 17 D.P.R. n 164/1956, art. 32.

Anteprima della Tesi di Luca Maria D'ormea

Anteprima della tesi: Il progetto della sicurezza nei cantieri edili. Analisi dell'iter legislativo e verifiche di fattibilità, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Luca Maria D'ormea Contatta »

Composta da 358 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 37063 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.