I canali di entrata sui mercati esteri per i beni industriali: analisi del caso delle macchine utensili in Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 requisiti per il decollo economico, (3) decollo economico, (4) società avviate verso lo stadio di società mature, (5) stadio dei consumi di massa (10) . Un'altra classificazione che risulta particolarmente utile nello studio dei mercati dei beni industriali è quella proposta da Cateora che suddivide i vari paesi a seconda del livello di industrializzazione e individua le seguenti fasi: (1) stadio pre-industriale in cui l'economia è basata sullo sfruttamento delle materie prime e delle risorse agricole; (2) sviluppo della produzione primaria, con la trasformazione parziale delle materie prime; (3) incremento nella produzione dei beni di consumo non-durevoli e semi-durevoli; (4) economia industrializzata, caratterizzata dalla produzione sia di attrezzature e impianti sia di beni di consumo durevoli; (5) industrializzazione completa, che comporta vasto assortimento di prodotti (11) . A questi due modelli se ne possono aggiungere altri, ma nessuno di essi è stato ancora unanimamente accettato per due ragioni fondamentali (12) . La prima consiste nel fatto che non esiste un metodo per misurare in maniera conclusiva il livello dello sviluppo economico che continua ad essere dedotto da una serie di indicatori quale il tradizionale prodotto nazionale lordo pro-capite. La seconda sta nel fatto che il livello di sviluppo economico può presentare delle disparità all'interno di uno stesso paese, basti pensare alle differenze tra le aree urbane e le aree rurali delle nazioni meno sviluppate. Nonostante i problemi sino a qui evidenziati, il raggruppamento delle nazioni in base alle affinità registrate rispetto ad un certo numero di criteri economici oggettivi può fornire indicazioni utili allo studio dei mercati destinati alla produzione, indipendentemente dalla loro appartenenza ad un particolare stadio di sviluppo economico. Così per ciascun tipo di prodotto è possibile individuare il relativo mercato di sbocco, nonché la generazione della tecnologia richiesta da ciascuna linea di prodotto. (10) W. ROSTOW, The stages of economic growth, Cambridge University Press, New York 1960. (11) P.R. CATEORA, Marketing industrial products and business services, in P.R. CATEORA (a cura di), International marketing, Irwin, Boston 1993, pp. 404. (12) E. DAY - S. FOX - S.M. HUSZAGH, Segmentation the global market for industrial goods: issues and implications, in «International Marketing Review», automn 1988.

Anteprima della Tesi di Manuela Arzeno

Anteprima della tesi: I canali di entrata sui mercati esteri per i beni industriali: analisi del caso delle macchine utensili in Italia, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Manuela Arzeno Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2078 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.