Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La bonifica dell’ex discarica comunale di Castelfranco in Miscano: indagini conoscitive ed ipotesi di intervento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Università degli Studi del Sannio Anno Accademico 2010/2011 3 PREMESSA La vastità e la complessità del problema dei siti contaminati, e le sue interferenze con la salute umana e gli ecosistemi naturali, sono emerse negli ultimi 30 anni nei paesi industrializzati. Per primi gli Stati Uniti, dopo il famoso caso del Love Canal (1978), intrapresero le azioni necessarie a conoscere e risolvere gli aspetti e le conseguenze di tale fenomeno e, attraverso il CERCLA, istituirono il Superfund, un programma che doveva gestire in maniera integrata la problematica della bonifica dei siti inquinati. In Europa si è arrivati a comprendere l’importanza del fenomeno quasi 10 anni piø tardi, e in Italia verso la fine degli anni 80, è sorta l’esigenza di mettere appunto una programmazione degli interventi di bonifica ritenuti necessari in vari parti del territorio nazionale, abbandonando la <> e riconoscendo che la contaminazione ambientale si configurava non piø come un fenomeno episodico legato ad eventi incidentali, ma piuttosto come un vero e proprio problema diffuso e a carattere strutturale. In particolare l’inquinamento del suolo può essere associato alla presenza di sostanze in grado di indurre una tossicità potenziale nei confronti delle biocenosi (tossici ambientali), ovvero di modificare le caratteristiche proprie dell’ambiente abiotico. Tuttavia, a dispetto dell’apparente semplicità nella definizione di suolo contaminato, si pongono delle serie difficoltà nella sua valutazione quantitativa, finalizzata ad esempio, alla progettazione di interventi di risanamento. Tali difficoltà sono innanzitutto legate al fatto che nel suolo coesistono diverse matrici ambientali (fase solida, liquida ed aeriforme), nelle quali gli inquinanti possono concentrarsi e tra le quali possono ripartirsi. In tale contesto si è deciso di eseguire un lavoro di tesi che affrontasse un piano di bonifica per l’ex discarica comunale - codice sito CSPI 2016C001 – in località Mar Dei Grilli, già inserita nel “Censimento dei Siti Potenzialmente Inquinati” del Piano regionale di Bonifica, secondo il Decreto Dirigenziale n. 911 del 07/11/2006 pubblicato sul B.U.R.C. n. 58 del 18/12/2006. Preliminarmente, in questo lavoro sono stati analizzati gli aspetti fondamentali inerenti le procedure di bonifica ambientale, tenendo conto delle principali normative vigenti e dei diversi metodi di

Anteprima della Tesi di Federico Maria Paone

Anteprima della tesi: La bonifica dell’ex discarica comunale di Castelfranco in Miscano: indagini conoscitive ed ipotesi di intervento, Pagina 2

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Federico Maria Paone Contatta »

Composta da 236 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 864 click dal 01/07/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.