Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Discesa dei Candelieri: appunti per una ricerca etnografica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Capitolo I 1.0 Il concetto di Festa L'argomento centrale di questo elaborato è la Festa. Che cos'è la festa? Quali caratteristiche distinguono tale momento da altri dell'esistenza dell'uomo e delle società? Aiutiamoci proponendo delle definizioni del concetto a partire dal Dizionario della lingua Italiana. Guardo in casa e consulto un dizionario degli anni '70, il Sandron, che nel periodo del liceo è stato un prezioso compagno di studi e cerco “Festa”. A pagina 742 il dizionario recita così: “Giorno nel quale si celebra una solennità religiosa [...]”. Un secondo significato invece descrive la festa come “celebrazione di una ricorrenza familiare[...]”. Un terzo significato di tipo figurativo propone invece “ grande letizia che si esprime con vivaci manifestazioni[...]”. Dei tre significati riportati, il primo e l'ultimo sono di grande interesse. Innanzitutto la festa è vissuta come momento legato all'espressione della religiosità di una società e in secondo luogo tale momento è caratterizzato da sentimenti di gioia, letizia, vivacità. Religione e gioia sono due termini chiave che permettono una lettura immediata della festa argomento di questo scritto: “La Faradda di li Candareri” (La discesa dei Candelieri) di Sassari. Il dizionario arancione degli anni 70 non ci permette di decostruire con accuratezza il concetto di festa e ci lascia un po' delusi. Come può l'antropologia aiutarci a definire meglio questo termine-concetto? Durante la preparazione di alcuni esami avevo avuto interesse per l'acquisto di un dizionario antropologico che fosse di aiuto per accedere con celerità ad alcune definizioni teoriche che gli studi antropologici proponevano riguardo svariate pratiche culturali, correnti metodologiche e studiosi. Ecco che a tal proposito il Dizionario di Antropologia Zanichelli, curato da Ugo Fabietti e Francesco Remotti, edito nel 1997 e poi ristampato dal 2006 al 2009, ci attrae inevitabilmente, alla ricerca di una definizione di Festa che si esplicita secondo una prospettiva antropologica. Così a pagina 302, alla voce “festa” leggiamo: “In ogni società lo svolgersi quotidiano e ripetitivo delle attività economiche e sociali ordinarie viene interrotto a scadenze più o meno regolari da momenti di attività festose e celebrative, solenni e gioiose, in cui il comportamento degli individui è regolato strettamente da norme cerimoniali oppure lascia libero sfogo a un entusiasmo e a una licenziosità diffusa che non potrebbe esprimersi in alcun altro momento della vita sociale. Le celebrazioni festive scandiscono quindi il trascorrere del tempo sociale, dando luogo a cicli, entro cui si collocano sia fasi di vita individuale, sia attività economiche, sia il succedersi delle stagioni [...]”. La definizione proposta dal Dizionario di Antropologia Zanichelli, ci aiuta, (c'era da aspettarselo), nel comprendere più a fondo che cosa significhi “festa”. Prima di tutto si

Anteprima della Tesi di Marco Salvatore Cossu

Anteprima della tesi: La Discesa dei Candelieri: appunti per una ricerca etnografica, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Salvatore Cossu Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 245 click dal 05/09/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.