Effetti della globalizzazione dei mercati sul livello occupazionale dei paesi industrializzati: l'ipotesi interpretativa di Krugman

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

E’ solamente dalla metà degli anni ’70 che si verifica l’espansione vera e propria, con l’aumento degli scambi stimolato sia dalla diminuzione delle barriere artificiali al commercio (quali tariffe doganali e contingenti), sia dai progressi tecnologici, quali la migliore efficienza delle comunicazioni e l’abbattimento dei costi di trasporto che hanno reso possibile anche il superamento delle barriere naturali. Nel 1995 gli scambi di merci e servizi fra le diverse nazioni non sono aumentati di quanto si sarebbe potuto ritenere, raggiungendo un valore complessivo dell’ordine di 7.500 miliardi di dollari 4 , pari a quasi sette volte l’intero PIL dell’Italia. Per i 2/3 si è trattato di scambi di merci, per 1/6 di servizi prodotti da imprese e per 1/6 di scambi diretti di servizi dei fattori produttivi (in particolare di capitale). Il lavoro e, ancora di più, il capitale sono caratterizzati da un rilevante grado di mobilità fra le diverse nazioni; quest’ultimo fattore raggiunge l’ordine di 1.200 miliardi di dollari. Aspetto caratteristico degli scambi internazionali diretti dei servizi di capitale è che, in genere, ciascun paese è simultaneamente esportatore ed importatore di questi servizi e la funzione principale di questi flussi non è tanto quella di trasferire capitale dai paesi in cui esso è relativamente più abbondante verso quelli in cui è relativamente più scarso, quanto di consentire una diversificazione geopolitica degli investimenti al fine di ridurre il rischio per ciascun investitore. Il valore degli scambi internazionali di servizi (compresi quelli prodotti dalle imprese, quali trasporto, comunicazione, assicurazione) nel 1995 è stato pari a circa ¼ di quello degli scambi internazionali di merci, che rimane la voce principale dei flussi commerciali. 4 fonte: IMF, “Balance of Payments Statistics Yearbook”, New York, 1995

Anteprima della Tesi di Emanuele Custo

Anteprima della tesi: Effetti della globalizzazione dei mercati sul livello occupazionale dei paesi industrializzati: l'ipotesi interpretativa di Krugman, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Emanuele Custo Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5341 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.