Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Trattamento riabilitativo dei disturbi dell'equilibrio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

massimo comfort e la massima efficacia con il minor dispendio energetico; in tal senso risulta praticamente impossibile identificare un pattern anatomo-fisiologico di equilibrio “normale” in senso assoluto, ma piuttosto una serie di risposte adeguate alle perturbazioni esterne, corrette per sesso ed età. La prevalenza dei disturbi dell'equilibrio nella popolazione varia dal 5 al 10%, con maggiore frequenza negli individui con più di 40 anni; dopo i 65 anni il disequilibrio rappresenta la prima causa di visita medica. Molteplici studi dimostrano come in presenza di disturbi dell'equilibrio la riabilitazione possa contribuire ad attuare strategie compensatorie efficaci ed efficienti, anche se non sempre del tutto risolutive. Scopo del presente elaborato è stato approfondire le mie conoscenze relativamente ai meccanismi neurofisiologici che regolano l'equilibrio e la postura, alle modalità di diagnosi dei disturbi dell'equilibrio e al ruolo sostenuto dalla riabilitazione nel loro trattamento, con particolare riguardo ad alcuni casi clinici da me seguiti durante il periodo di tirocinio. 2

Anteprima della Tesi di Valerio Bezzeccheri

Anteprima della tesi: Trattamento riabilitativo dei disturbi dell'equilibrio, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Valerio Bezzeccheri Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12965 click dal 03/04/2014.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.