Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'olivicoltura del Garda

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’Olivicoltura del Garda 15 resa media in olio che varia dal 12% circa fino al 18,50% nelle annate migliori. Le olive, raccolte nel periodo da fine Ottobre a metà Dicembre, per l’80% a mano direttamente dalla pianta e il rimanente con l’ausilio di agevolatori meccanici, vengono molite entro massimo 5 giorni dalla raccolta nei quattro frantoi a ciclo continuo della zona. Sull’intera zona è in atto dal 2001 un sistema di difesa dalla mosca olearia basato sull’esposizione di trappole per la cattura degli adulti. In tutti gli anni di applicazione di questo sistema si è potuta evitare l’irrorazione delle piante di olivo con insetticidi e larvicidi e si sono ottenute olive con livelli nulli o molto bassi di presenza di larve di mosca in maniera generalizzata. Ciò a vantaggio della integrità delle olive e della qualità e salubrità dell’olio ottenuto. Il disciplinare di produzione della Denominazione di Origine Protetta dell’olio extravergine di oliva” Garda Trentino” stabilisce che l’olio deve avere un’acidità inferiore allo 0,5% e superare il voto 7 nella valutazione sensoriale. Le sensazioni che lo caratterizzano sono l’intensità del fruttato - leggero o medio -, i profumi di mandorla dolce, prato falciato e ortaggio da foglia. In bocca si percepiscono una buona “piccantezza”, un retrogusto amaro, la dolcezza, la delicatezza e l’armonia d’insieme oltre ad una piacevole fluidità. La composizione sterolica è importante per l’accertamento della genuinità dell’olio. La presenza di acidi grassi, diversi da quelli normalmente presenti nell’oliva possono rivelare l’aggiunta di un olio estraneo.

Anteprima della Tesi di Michela Battaglia Monterisi

Anteprima della tesi: L'olivicoltura del Garda, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Michela Battaglia Monterisi Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 732 click dal 25/09/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.