Il controllo economico di gestione nelle aziende sanitarie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Il Servizio Sanitario Nazionale presenta un’asimmetria informativa che penalizza soprattutto il “consumatore”, riducendo il grado effettivo di concorrenza. In tale contesto è inadeguato anche il concetto di efficienza in senso paretiano, poichè sono irrinunciabili valutazioni di giustizia distributiva del servizio. 3 E’ importante aggiungere che nella gestione della sanità dovranno essere rispettati i criteri di “efficienza”, di “efficacia” 4 , ma anche di “equità”: garantire un uguale trattamento dei cittadini in condizioni eguali e un diverso trattamento di quelli in condizioni diverse. Ecco che la distribuzione territoriale dei servizi va collegata al reale fabbisogno, per massimizzare i benefici a parità di costi sostenuti evitando sprechi in alcune aree e prestazioni insufficienti in altre. 2 R.A.Fertitta, USL e Ospedali nel Servizio Sanitario Nazionale: organizzazione, finanziamento e gestione, tratto da Annali della Facoltà di Economia, Università di Palermo, Area economico-finanziaria, 1996. 3 Un cambiamento che producesse un miglioramento nella condizione dei ricchi e lasciasse invariata quella dei poveri sarebbe comunque un miglioramento paretiano. 4 Con “ efficacia” si intende la capacità di soddisfare i bisogni, con “efficienza” il migliore impiego delle risorse scarse, al fine di evitare sprechi e potere soddisfare volumi più elevati di domanda.

Anteprima della Tesi di Alberto Nuara

Anteprima della tesi: Il controllo economico di gestione nelle aziende sanitarie, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alberto Nuara Contatta »

Composta da 224 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 27879 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 93 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.