Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impronta idrica della dieta vegana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

le persone scelgono di seguire per il loro benessere fisico, ma soprattutto perché sono influenzate dal luogo in cui vivono e, nel caso di vegetariani e vegani, anche per concretizzare un’ideologia o un pensiero etico. In generale, si dovrebbe puntare a seguire una dieta equilibrata che garantisca il giusto apporto di proteine, sali minerali, vitamine, carboidrati e grassi, affinché si possa ricevere il fabbisogno energetico di cui l’organismo necessita e che tuteli anche l’ambiente cercando di evitare un consumo eccessivo di cibi che sono dannosi perché per la loro produzione e vendita necessitano di elevati livelli di emissioni di gas serra e consumi di risorse naturali. Questo binomio salute/ambiente non viene soddisfatto in tutte le diete perché non sempre cibi salutari e sostenibili sono alla loro base. È opportuno, quindi, classificare gli stili alimentari più diffusi nel mondo tenendo conto della suddivisione territoriale del pianeta in macro regioni precedentemente accennata, in questo modo è possibile individuare: La dieta mediterranea; La dieta asiatica; La dieta americana. 1.2 La dieta mediterranea Tra le diete elencate sicuramente merita una particolare attenzione la dieta Mediterranea che è stata riconosciuta nel novembre 2010 dall'UNESCO come “Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità” perché è l’unica dieta tra tutte che “rispetta il territorio e la biodiversità”. 1 Fu scoperta dal dottor Ancel Keys in seguito a 1 Meddiet – il portale della dieta mediterranea 5

Anteprima della Tesi di Francesca Manca

Anteprima della tesi: L'impronta idrica della dieta vegana, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Manca Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 143 click dal 12/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.