Skip to content

Pubblica amministrazione innovativa: Blockchain e prospettive di utilizzo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 esigenze del cittadino/cliente. Questo nuovo modello tipicamente manageriale si è col tempo evoluto nella Public Governance, più aperto alla collaborazione organica e più vicino alle reali esigenze dei nuovi cittadini. Un modello di «Good Government» costituito da una P.A. tesa all’obbiettivo e attenta alla qualità dei servizi, che ragiona in termini di citizens centricity e con il fine ultimo di garantire agli stakeholders, una experience adeguata alle nuove e sempre più variegate esigenze. Contemporaneamente le istituzioni danno importanza alle nuove tecnologie per reinventare il governo, migliorando la qualità dei servizi offerti in termini di efficienza, efficacia ed economicità. In questa fase successiva si concretizzata il vero e proprio eGovernment, con l’avvio e l’integrazione di servizi, resi disponibili attraverso il web in tutta l’Unione europea 13 . L’obbiettivo dell’amministrazione digitale è una pubblica amministrazione moderna ed efficiente che assicuri servizi veloci e di alta qualità ai cittadini, trasformando il back office, riconsiderando e ridefinendo le procedure ed i servizi esistenti. Gli aspetti positivi che la digitalizzazione e le ICTs 14 hanno portato con sé alla res publica hanno consentito l'emergere di nuovi attori, «reinventando in questo modo concetti e strumenti, tanto di governo, quanto di democrazia». 15 Dal modello di e-government, la P.A. si sviluppa, 16 per assumere le caratteristiche dell’open government. In questa direzione la normativa degli ultimi anni delinea un’amministrazione aperta, tracciando gli strumenti e i principi necessari sui quali si basa l’implementazione di questo nuovo modello: la trasparenza, la partecipazione e la collaborazione. L’Italia, di recente, adotta una legislazione sul modello del Freedom of Information Act. segnando il passaggio al cd. right to 13 Si è puntato al 2020, termine in cui le amministrazioni e le Istituzioni pubbliche Europee dovranno essere aperte, efficienti e inclusive, fornendo servizi pubblici digitali senza frontiere, personalizzati ed intuitivi a tutti i cittadini e a tutte le imprese. P.A. digitale: il piano d’azione Ue 2016-2020 Enti locali & PA, ilsole24 14 ICTs: acronimo di Information and Communication Technologies, le quali rappresentano l'insieme dei metodi e delle tecnologie che realizzano i sistemi di trasmissione, ricezione ed elaborazione di informazioni (tecnologie digitali comprese). Fonte Wikipedia 15 Cfr. Di Donato F., in Lo Stato Trasparente, Linked Open data e cittadinanza attiva, ed. ETS Pisa, 2010. 16 L’e-government, infatti, «non è più soltanto il rinnovamento tecnologico del più corposo tra i settori della vecchia economia, quello della P.A; deve essere invece considerato come l’insieme di quelle nuove azioni di governo che consentono di rispondere adeguatamente, e tempestivamente, alle richieste di governo da parte degli attori sociali ed economici – vecchi e nuovi – che cooperano e competono sulle reti dei mercati globali». Intervento dell’allora Ministro Franco Bassanini al terzo Global Forum organizzato dal Governo Italiano e dedicato all’e-government come strumento di democrazia e sviluppo, Napoli, 17 marzo 2001
Anteprima della tesi: Pubblica amministrazione innovativa: Blockchain e prospettive di utilizzo , Pagina 5

Preview dalla tesi:

Pubblica amministrazione innovativa: Blockchain e prospettive di utilizzo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Nanni
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Paola  Piras
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 152

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

e-goverment
cloud computing
bitcoin
blockchain
criptovalute
criptovaluta
pa innovativa
cad codice dell'amministrazione digitale
smart contracts

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi