Skip to content

Da incantatori di serpenti a danzatori. Trasformazioni coreutiche tra i kalbelia del Rajasthan.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
nel primo capitolo è sorta l'esigenza di esplorare a fondo le dinamiche storiche e culturali che hanno permesso ai soggetti della mia indagine di essere identificati con gli antenati viventi originari (o ur-gypsies) di tutti i rom. In effetti è proprio la loro danza il simbolo incarnato e tangibile che oggi esprime tale connessione. Il dato fondamentale da tenere in considerazione è quello che prevede la rivedicazione identitaria da parte dei kalbelia stessi che si riconoscono quali unici e autentici gypsies, denominando così la loro omonima arte coreutica una indian gypsy dance. Perciò il mio interesse è stato quello di indagare, sulle orme della cosiddetta etnografia sensoriale 9 quelle “embodied practices that shape identities and enable resistances” (Pink 2009, p. 29). Quindi, sulla base di queste dinamiche, ho esplorato le possibili modalità di impiego che gli attori sociali fanno dell'identità anche attraverso un percorso d'indagine che tenesse conto del mito fondativo che vede i kalbelia far parte, da tempo immemore, di una jati 10 i cui membri custodivano i segreti del mestiere di incantatori di serpenti. Nel secondo capitolo si è evidenziato come l'interesse per il mondo indiano da parte dell'occidente non è affatto storia recente, visto che già dal Cinquecento appare chiara la spinta verso la ricerca dell'esotico rappresentato, nel nostro caso particolare, dai gypsies che “(especially women) furnish a fantasy/escape/danger figure for the Western imagination” (Silverman 2007, p. 340). In questo capitolo vengono analizzati i mutamenti avvenuti in seno alla professione tradizionale, che hanno previsto l'avvento della preminenza della pratica coreutica su quella di incantatori di serpenti. In relazione a questa tematica si è riportato come esempio la storia della danzatrice Gulabo Sapera, pioniera del repertorio attuale e oggi apprezzata a livello internazionale. Considerando inoltre la danza alla stregua di un mezzo di comunicazione, ci si è voluti approcciare anche alle problematiche che riguardano il dominio sui corpi che danzano, rappresentati soprattutto dalle donne kalbelia che, come suggerisce la studiosa Ananya Chatterjea, “found themselves paradoxically both at the center and margin of the socio-cultural nexus in which they lived and worked” (2004, p. 145). Partendo dal corpo come luogo dell'esperienza (Hastrup 1995), nel terzo capitolo si è spostato il focus dalle mere rappresentazioni di vita all'esperienza vissuta, tramite la metodologia del learning by doing che presuppone un certo tipo di coinvolgimento sociale, personale e sensoriale del ricercatore che, letteralmente immerso nel campo, o meglio nel paesaggio sensuale (Stoller 1989), giunge infine alla seguente riflessione: “il movimento 9 La sensory ethnography ha posto una nuova attenzione al modo di concepire il corpo, poiché maggiormente vicina all'esperienza sensibile, all'azione e ai suoi significati incorporati. 10 Gruppi che costituiscono delle sotto-caste o, attualmente, dei sotto-gruppi sociali. 9
Anteprima della tesi: Da incantatori di serpenti a danzatori. Trasformazioni coreutiche tra i kalbelia del Rajasthan., Pagina 4

Preview dalla tesi:

Da incantatori di serpenti a danzatori. Trasformazioni coreutiche tra i kalbelia del Rajasthan.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Monica Murgia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e beni culturali
  Corso: Antropologia
  Relatore: Cristiana Natali
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 234

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anthropology of dance, dance and aesthetics, india

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi