Skip to content

Turismo e terremoto: analisi degli impatti sismici sui flussi turistici a Castelluccio di Norcia. Proposte per la ripartenza e la riqualificazione del settore.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 dei Monti Sibillini, esso risulta essere, con i suoi 1.452 metri di altitudine 8 , il secondo centro abitato più alto di tutta la catena Appenninica. 9 S’innalza vigoroso alle sue spalle, creando un magnifico sfondo paesaggistico, l’imponente Monte Vettore, il quarto monte più alto della catena appenninica, nonché la cima più alta dei Monti Sibillini. 10 È in questa cornice di vastità e grandezze geo- paesaggistiche che vivono alcune specie floristiche e faunistiche tanto fragili quanto uniche. Per tale motivo, Castelluccio è oggi, e sin dal 1993 11 , parte del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, diventando tra i pochi territori umbri a fare parte di questo Ente. La varietà floristica ivi contenuta fu la leva motivazionale che spinse botanici e naturalisti di tutto il mondo a visitarlo durante i secoli scorsi. Infatti, si annoverano in questo punto terreste ben 1.800 specie di fiori e di piante, molte delle quali endemiche o rare. Sotto il profilo storico, basta una sola visita a Castelluccio di Norcia, o una semplice lettura delle informazioni contenute nelle seguenti pagine, per comprendere che la storia di questo piccolo abitato «è la storia dell’uomo pastore» 12 . Lo si percepisce dall’offerta gastronomica e dall’osservazione del paesaggio stesso, dove non è raro vedere gruppi di pastori con il proprio gregge. Tuttavia, l’attività di pastorizia e transumanza sta 8 Nel suo punto più basso. 9 In ordine decrescente i tre borghi abitati più alti dell’Appennino: 1° San Pellegrino in Alpe, 1525m s.l.m. (Castiglion di Garfagnana, LU - Toscana); 2° Castelluccio di Norcia, 1452m s.l.m. (Norcia, PG - Umbria); 3° Rocca di Cambio, 1434m s.l.m. (Comune, AQ – Abruzzo). Questo ranking si basa sui soli paesi abitati. Se comprendesse anche le stazioni sciistiche o le sole rocche, intese come castelli veri e propri, allora Castelluccio risulterebbe essere il quarto borgo più alto degli appennini. Questi dati sono un’elaborazione propria della lista “Comuni e centri più elevati” contenuti su www.wikipedia.org/wiki/Appennini#Catena_principale. 10 In ordine altitudinale crescente le cinque cime più alte degli Appennini, tutte abruzzese tranne il Monte Vettore, che è marchigiano: Corno Grande (2914m) - Gran Sasso; Monte Amaro (2793m) - Majella; Monte Velino (2487m); Monte Vettore (2476m) - Monti Sibillini; e Monte Gorzano (2455m) - Monti della Laga. 11 Istituito con Decreto del Presidente della Repubblica del 6 agosto 1993 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 275 del 23 novembre 1993. 12 R. Cordella e P. Lollini, Castelluccio di Norcia il tetto dell’Umbria, Castelluccio di Norcia, Parrocchia di S. Maria Assunta Editore, 1988, p. 153.
Anteprima della tesi: Turismo e terremoto: analisi degli impatti sismici sui flussi turistici a Castelluccio di Norcia. Proposte per la ripartenza e la riqualificazione del settore., Pagina 5

Preview dalla tesi:

Turismo e terremoto: analisi degli impatti sismici sui flussi turistici a Castelluccio di Norcia. Proposte per la ripartenza e la riqualificazione del settore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Deborah Caponecchi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Alberto Bianchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 262

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi