Skip to content

"Io trovo i miei versi intingendo il calamaio nel cielo": sentimento religioso e ispirazione poetica nella poesia di Alda Merini

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
12 veri capostipiti di questo filone poetico – non sono da dimenticare altri interessanti testi religiosi dell’epoca, come il Libro delle tre scritture del milanese Bonvesin de la Riva – diviso in tre sezioni: la Scrittura rossa (metafora della Passione di Cristo), la Scrittura nera (metafora dell’Inferno) e la Scrittura dorata (metafora del Paradiso) – e il Sermone di Pietro da Bascapè che narra le vicende di Adamo ed Eva. Nel Trecento sono i poeti “stilnovisti” come Guido Guinizzelli e Dante Alighieri ad affrontare l’argomento religioso in relazione all’amore terreno per le rispettive donne; tra le opere di questi in particolare si evince che «il cristianesimo è la fibra intima dell’opera dell’Alighieri, dalla giovanile Vita nova, in cui Beatrice si manifesta alfine come figura Christi, alla Commedia, costruita coniugando i generi della visione e del viaggio oltremondano» 4 ; infatti il “sommo poeta” non perde occasione per sottolineare quanto Beatrice, donna dalle molteplici virtù, ricopra il ruolo di figura “angelicata” per eccellenza – e per questo risulta inevitabile che numerosi siano i richiami danteschi alla sfera religiosa e al mondo ultraterreno: basti pensare, ad esempio, ad alcuni dei personaggi citati dallo stesso Dante nella Divina Commedia, tra cui San Bernardo e la Vergine Maria. In conclusione, pur essendo principalmente un autore laico, il «profetismo di Dante» 5 è ben visibile e rappresenta a tutti gli effetti «la rivalsa di un laico impegnato a fondo e battuto sul terreno della battaglia di questo mondo […], non di un uomo che al mondo abbia voltato le spalle» 6 . Tuttavia nel corso del Trecento il sentimento cristiano si riflette per lo più nelle opere scritte da veri religiosi: è il caso di santa Caterina da Siena, autrice di un intenso Epistolario intriso di numerose metafore, ad esempio il sangue – che come il latte – simboleggia la salvezza, l’amore sponsale per Dio, il cibo, la vita. Di notevole interesse per la continua tensione fra le tentazioni terrene – rappresentate da Laura – e quelle celesti è senza dubbio il Canzoniere di Francesco Petrarca, che culmina 4 Pietro Gibellini, Letteratura italiana e religione: uno sguardo panoramico, in Guido Baldassarri, Valeria Di Iasio, Giovanni Ferroni, Ester Pietrobon (a cura di), I cantieri dell’italianistica. Ricerca, didattica e organizzazione agli inizi del XXI secolo, Atti del XVIII congresso dell’ADI – Associazione degli Italianisti (Padova, 10-13 settembre 2014), Roma, Adi editore, 2016, p. 10. 5 Carlo Dionisotti, op. cit., p. 59. 6 Ibidem.
Anteprima della tesi: "Io trovo i miei versi intingendo il calamaio nel cielo": sentimento religioso e ispirazione poetica nella poesia di Alda Merini, Pagina 9

Preview dalla tesi:

"Io trovo i miei versi intingendo il calamaio nel cielo": sentimento religioso e ispirazione poetica nella poesia di Alda Merini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Martina Di Pofi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Letteratura italiana, filologia moderna e linguistica
  Relatore: Rino Lazzaro Caputo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alda merini
raccolte cristologiche
fede e alda merini
misticismo in alda merini
poesia religiosa alda merini
ossimori nella poesia della merini
letteratura religiosa femminile
dimensione sacra merini
poesia e religione
anima-corpo in alda merini

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi