Skip to content

Hoda Sharawi e il movimento internazionale delle donne (1919-1947)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 romano dell’Iwsa, concesse un voto amministrativo ad alcune categorie di donne, diritto che comunque non uscì mai dalla mera giurisprudenza: non fu sostanzialmente mai applicato nei fatti, soprattutto a causa dell’introduzione dei podestà. La presente tesi affronta argomenti tra loro diversi, quali l’orientalismo; l’emancipazionismo femminile nei primi decenni del XX secolo, nelle sue manifestazioni maggiormente note sviluppatesi nel cosiddetto Occidente ma, soprattutto, in quelle extraoccidentali, forse meno note ma non per questo meno incisive per i destini dei popoli ove si svilupparono e questo è vero soprattutto nel caso del femminismo egiziano; la storia moderna egiziana, a partire da colui che, secondo l’opinione della maggioranza degli studiosi, ne fu l’iniziatore, Muhammad ‘Ali e sino al tramonto della dinastia che egli fondò in Egitto agli albori del XIX secolo, attraverso un lungo periodo di centocinquant’anni durante i quali il paese del Nilo da un lato si caratterizzò per la sua potenza economica e militare, per una particolare vivacità intellettuale e per un ruolo a tratti egemonico o quantomeno trainante nei confronti di questi paesi che ne condividevano alcune caratteristiche, quali la lingua o la confessione religiosa dominante, dall’altro dovette rapportarsi con le diverse potenze europee, in primis la Gran Bretagna e la Francia che in più occasioni ne bloccarono lo sviluppo, economico, intellettuale, limitando altresì l’emancipazione della donna, attraverso politiche coloniali di sfruttamento che ingessarono le aspirazioni delle élite e non risposero ai bisogni popolari. La prima parte della tesi è dedicata primariamente al congresso, attraverso l’analisi della stampa coeva dello stesso, ma affronta anche l’issue dell’emancipazionismo femminile internazionale, attraverso la narrazione delle principali organizzazioni e dell’emancipazionismo italiano al momento del congresso, compresa la condizione della donna nel Bel Paese. Infine, analizza il rapporto tra le femministe occidentali e quelle orientali, un confronto tra mondi diversi, con le prime sovente accondiscendenti alle politiche coloniali intraprese dalle élite dei propri paesi e le seconde generalmente impegnate nei movimenti nazionalisti, in una continua lotta tra visioni differenti, che vedeva le occidentali nutrire per le “consorelle” dei paesi impegnati nella lotta anticoloniale una perniciosa rappresentazione di “femminismo orientalista”. La seconda parte è incentrata sull’Egitto e sull’Unione Femminista Egiziana. Per quanto riguarda l’emancipazione della donna, il paese egiziano fu la nazione, tra i paesi arabo-musulmani, maggiormente impegnata per numero e qualità di femministe. La storia dell’Egitto moderno, dagli albori del XIX secolo sino ai giorni nostri, vede la donna ottenere diritti fondamentali, a partire da quello all’istruzione. Il vero e proprio femminismo organizzato - già in nuce nella Rivoluzione patriottica egiziana del 1919, che vide numerose donne scendere in piazza e manifestare politicamente - nascerà solo alla vigilia del congresso romano, avendo come leader Hoda Sharawi, la stessa che aveva guidato le donne in piazza pochi anni prima. Portando nel dibattito egiziano tematiche quali l’età minima matrimoniale, i diritti per la maternità, la forte limitazione dell’istituto poligamico, l’istruzione a tutti i livelli (primario, secondario, universitario) per le donne e, in una seconda fase, l’emancipazione socio-culturale della donna egiziana di bassa estrazione, avendo come riferimento e punto d’appoggio il suffragismo internazionale, sostenendo le issue tradizionali del voto alle donne e della pace, l’emancipazionismo egiziano otterrà vittorie ma
Anteprima della tesi: Hoda Sharawi e il movimento internazionale delle donne (1919-1947), Pagina 3

Preview dalla tesi:

Hoda Sharawi e il movimento internazionale delle donne (1919-1947)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Proia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Storia e Società
  Relatore: Daniela Rossini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 284

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benito
mussolini
egitto
ipazia
carrie
ester
lombardo
sharawi
hoda
catt

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi