Skip to content

Baseline analysis of the underlying causes of child undernutrition in eight health-areas of Luisa - Central Kasai, Democratic Republic of Congo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 2 LITERATURE REVIEW 2.1 MALNUTRITION DEFINITION AND INDICATORS Malnutrition is defined as both the under-consumption and over-consumption of calories and nutrients, leading to a pathologic condition linked to higher mortality, disability and morbidity. Generally the term malnutrition is used instead of undernutrition that is a lack of macro-nutrients or micro-nutrients. 2.1.1 Undernutrition and micronutrient deficiencies Undernutrition is usually assessed through three specific indicators – Undernutrition, Wasting, and Stunting – indicating the Z-Score from WHO Child Growth Standards. 2.1.1.1 Wasting Wasting, or Acute Malnutrition, arises from the lack of food in the short term and it is the most life- threatening form of malnutrition. Because of its high relative mortality risk, it is primarily targeted during humanitarian responses. Wasted children are between 3 and 11 times more likely to die than non-wasted children (Black et al. 2013). 2.1.1.2 Stunting Stunting is the most common form of undernutrition and it is measured as Height/length-for-Age. It is mainly caused by chronic states of undernutrition and repeated infections during the first 1000 days of a child’s life (so called Window of Opportunity), including those spent during the mother's utero (Caulfield et al. 2004; WHO 2012; Black et al. 2013). It reflexes a state of chronic undernutrition, associated with higher mortality and morbidity risk in the short term and other long-term consequences like lower cognitive development, impaired growth trajectories and higher exposure to malnutrition-related diseases and disabilities (Walker et al. 2011). 2.1.1.3 Underweight Underweight is commonly used as general proxy indicator of the nutritional status of the population and it was used to monitor MDG 1 progresses in the years 2000-2015 (WHO 2015; Kelly et al. 2010). It encompasses both acute and chronic undernutrition. Indicator Clinical Significance Underweight Weight-for-Age Z-Score < -2; presence of bilateral edema Body mass relative to chronological age; Valid proxy for Stunting and Wasting Wasting, Acute Malnutrition Weight-for-Height Z-Score <-2; presence of bilateral edema Recent process of severe weight loss Stunting, Chronic Malnutrition Height-for-Age Z-Score < -2; Linear growth failure, frequent and early exposure to adverse conditions Table 1 Different undernutrition measures and significance. Adapted from WHO Child Growth Indicators and their interpretations 1 At the national level, underweight prevalence reflects the public health significance (see figure) Index Low Medium High Very High Wasting <5% 5-9,9% 10-14,9% 15% Stunting <20% 20-29,9% 30-39,9% 40% Underweight <10% 10-19,9% 20-29,9% 30% 1 http://www.who.int/nutgrowthdb/about/introduction/en/index2.html
Anteprima della tesi: Baseline analysis of the underlying causes of child undernutrition in eight health-areas of Luisa - Central Kasai, Democratic Republic of Congo, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Baseline analysis of the underlying causes of child undernutrition in eight health-areas of Luisa - Central Kasai, Democratic Republic of Congo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Segnini
  Tipo: Tesi di Master
Master in Cooperation and Development
Anno: 2016
Docente/Relatore: Sassi Maria
Istituito da: I.U.S.S. - Istituto Universitario di Studi Superiori - Pavia
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 55

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

poverty
food security
coopi
child
undernutrition
wash
democratic republic of congo
food consumption score
hdds
muac

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi