Skip to content

L'Impero del Brasile: una Monarchia americana

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Tra i sopravvissuti al tradimento di Galba ci fu Viriathus, 6 che divenne dal quel momento il principale nemico dei Romani, sospinto dal desiderio di vendicare il suo popolo dal tradimento del Governatore romano. Viriato improntò la sua vendetta basandosi sulla guerriglia, una lunga serie di imboscate ed azioni fulminee, con cui inferse numerose perdite tra le fila dei legionari romani. Nel 141 a.C , i Romani dopo una serie di vittorie sotto la guida del Console Quintus Fabius Maximus Servilianus, 7 occuparono la città di Erisane ma furono sorpresi nella notte dagli uomini di Viriato che li costrinsero alla fuga spingendoli verso le montagne dove li accerchiarono e costrinsero alla resa. Un episodio che rievocò quanto già provato dai Romani nel 321 a.C, nella gola di Caudio, 8 quando furono sconfitti dai Sanniti 9 e costretti all’umiliazione del passaggio sotto le forche caudine. 10 Viriato che permise ai Romani di andarsene indisturbati, chiese in cambio il possesso libero della Lusitania che doveva, inoltre, essere riconosciuta e considerata amica e alleata di Roma. 11 Il patto fu siglato da tra i due comandanti Viriato e Serviliano, e proprio a quest’ultimo toccò il compito di ratificarlo al popolo romano. La pace durò poco, infatti appena fu nominato Console Quintus Servilius Caepio, 12 ottenne dal Senato l’autorizzazione per poter dichiarare guerra ai Lusitani. Viriato al fine di scongiurare l’inizio di una nuova guerra, si premurò di inviare al Console tre negoziatori, che però vennero raggirati dai Romani e dietro la promessa di grandi ricompense e titoli, convinti a tradire e uccidere il loro Comandante. 13 Costoro, tornarono da Viriato e sorprendendolo nel sonno “gli conficcarono un 6 Viriato (Lusitania,180 a.C - 139 a.C.), eroe nazionale portoghese, fu un condottiero lusitano che combatté per l’indipendenza della penisola iberica dalla Repubblica Romana. 7 Quinto Fabio Massimo Serviliano, fu militare e Console delle Repubblica Romana. 8 È una zona non meglio localizzata ricadente tra le provincie di Avellino e Benevento. Caudium la principale città sannita secondo gli storici si chiamerebbe adesso Montesarchio, un piccolo comune montano della provincia di Benevento. 9 Antico popolo italico, stanziato in una zona dell’Italia meridionale che prese nome di Sannio, in un area localizzata tra la Regione Molise ed alcune zone dell’Abbruzzo e della Campania. 10 I Romani furono costretti a passare inermi sotto il giogo sannita, in cambio della loro vita stessa. 11 FREDIANI A., “Incredibile storia di Roma Antica”, Newton Compton Editori, Roma, 2016. 12 Quinto Servilio Cepione, fu militare e Console romano. 13 FESTUS R., “Le Dignita De' Consoli, E De Gl'Imperadori, E I Fatti De' Romani, E Dell'Accrescimento Dell'Imperio, ridotti in Compendio da Lodovico Dolce Tradotti ed ampliati”, Gabriele Giolitto dé Ferrari, Venezia, 1560, p. 363.
Anteprima della tesi: L'Impero del Brasile: una Monarchia americana, Pagina 6

Preview dalla tesi:

L'Impero del Brasile: una Monarchia americana

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Mazzarelli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2017-18
  Università: UniCusano - Università degli Studi Niccolò Cusano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Silvio Berardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brasile
teresa cristina maria di borbone
pedro i
pedro ii
“le noites das garrafadas”
libero gadaro'
“inconfidencia mineira”
“conjuracão baiana”
le grandi scoperte geografiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi