Skip to content

Il mito di Perseo nelle Genealogie deorum gentilium di Giovanni Boccaccio

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 allegoria delle arti liberali ricca di elementi mitologici ed influenze neoplatoniche ed ermetiche, innalzando un monumento focale della speculazione allegorica. Tra V e VI secolo si datano le Mythologiae 11 di Fulgenzio, un’interpretazione allegorico-moraleggiante di alcuni racconti mitologici che ebbe una larghissima influenza sull’atteggiamento medievale di fronte agli autori classici. Nell’interpretazione fulgenziana (Myth. I, 21), l’impresa compiuta da Perseo, guidato da Minerva, contro le Gorgoni, diventa allegoria della virtù (Perseo) che, aiutata dalla sapienza (Minerva), riesce a sconfiggere il terrore (le Gorgoni), generando la fama degli eroi oggetto dei canti epici (Pegaso). «Il lettore è quasi sbigottito dell’acutezza di questo dotto che ha saputo darci una trasposizione filosofica dell’intera mitologia pagana, sia sul piano della natura che su quello della morale»: con queste parole nel XII secolo Sigerberto di Gembloux ricorderà il mitografo africano 12 . In verità, il metodo allegorico-morale, pur intenzionato a trarre dalle fabulae mitologiche un insegnamento morale, di fatto contribuiva a perpetuare il ricordo della mitologia pagana: già sul finire del VI secolo si segnalano i primi severi moniti sulla pericolosità di questa tradizione interpretativa. Scagliandosi contro la mitologia, nel prologo del Liber in gloria martyrum (I, 1) Gregorio di Tour avverte: Non enim oportet fallaces commemorare fabulas neque philosophorum inimicam Deo sapientiam sequi, ne in iudicium aeternae mortis, Domino discernente, cadamus. (…) Non ego Saturni fugam, non Iunonis iram, non Iovis stupra, non Neptuni iniuriam, non Eoli sceptra, non Aeneada bella, naufragio vel regna commemoro. Taceo Cupidinis emissionem, non Ascanii dilectionem emeneosque, lacrimas vel exitia saeva Didonis, (…). Sed ista omnia tamquam super harenam locata et cito ruitura conspiciens, ad divina et evangelica potius miracula revertamur. Unde Iohannis evangelista exorsus est, dicens: In principio erat Verbum 13 . Ma, come è stato osservato, «Gregorio di Tours alza la voce contro le favole e la esiziale dottrina dei ‘filosofi’, ossia degli antichi scrittori, e mentre scorrendo i principali fatti 11 Sulle Mythologiae di Fulgenzio cfr. Ciaffi 1963; Venuti 2008 e 2010. 12 Cfr. Seznec 1980, 121. 13 «Non è conveniente ricordare racconti menzogneri o perseguire la sapienza nemica di Dio dei filosofi, per non cadere nella condanna alla morte eterna per giudizio divino. (…) Io non faccio memoria della fuga di Saturno, non dell’ira di Giunone, non degli stupri di Giove, non dell’offesa di Nettuno, non degli scettri di Eolo, non delle guerre, del naufragio e dei regni di Enea. Taccio dell’invio di Cupido. Non l’amore di Ascanio e gli imenei, e le lacrime o la fine crudele di Didone (…). Guardando a tutte queste cose come poste sulla sabbia e destinate a presto perire, torniamo piuttosto ai divini ed evangelici prodigi. Da dove ha cominciato Giovanni dicendo: In principio era il Verbo».
Anteprima della tesi: Il mito di Perseo nelle Genealogie deorum gentilium di Giovanni Boccaccio, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Il mito di Perseo nelle Genealogie deorum gentilium di Giovanni Boccaccio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jessica Lombardo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere
  Corso: Italianistica, culture letterarie europee e Scienze Linguistiche
  Relatore: Daniele Pellacani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giovanni boccaccio
mito di perseo
riscrittura mitologica
citazioni autoriali
interpretazione del mito
rinnovamento della tradizione mitografica
genealogie deorum gentilium
presentimenti preumanistici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi