Skip to content

Famiglia e Successioni in Ungheria tra tardo Medioevo e prima Età moderna: il Tripartitum di Istvan Werboczy (1517)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
17 Uno spartiacque nella storia del Regno si ebbe con la conversione al cristianesimo del Re Stefano I (1000 d.C.) il quale venne, gradualmente, seguito dal suo popolo. Ciò perché unitamente all'adozione della religione cristiana fu adottata la lingua latina, divenuta da allora la lingua ufficiale dell'amministrazione, della burocrazia e delle corti: l'adozione di questa lingua permise una sempre maggiore apertura del Regno al resto dell'Europa continentale, favorendo lo scambio non solo di beni merce ma anche la diffusione in Ungheria delle idee che compenetravano la società medievale romano-cristiana. Già nella prima metà dell'undicesimo secolo abbiamo testimonianze,ad esempio, di viaggiatori, provenienti dalle Isole Britanniche, nel Regno 23 . In tutta la storia medievale ungherese viene posto in rilievo lo stretto rapporto tra il monarca e la classe nobiliare. Da sostanzialmente pacifico, quale si poteva riscontrare ai tempi di Arpad, a complesso e tumultuoso nel quindicesimo secolo, esso fu una costante nelle dinamiche interne del Regno. La rilevanza del tema era tale che lo stesso Werboczy vi dedica diversi tituli, collocati tra i primi della prima parte del Tripartitum. In Trip., I, 3, Werboczy discetta dell'origine della nobiltà in Ungheria. In Trip., I, 3:2-5, mostra come, da uno stato comunitaristico di vita in cui il suo popolo 24 si trovava al momento dell'arrivo in Pannonia, vi sia stata una evoluzione implicante una distinzione in classi. Gli strati inferiori della popolazione sarebbero stati composti da coloro i quali non avevano ottemperato agli ordini dati dalla comunità, capitaneis ordinatis, in relazione a problemi concernenti la comunità in toto, come ad esempio il doversi armare per prepararsi alla guerra. È in relazione a questa disobbedienza che Werboczy giustifica la presenza di classi sociali diverse nella società magiara. Coloro i quali avevano ottemperato ai loro doveri, erano stati elevati ai più alti gradi sociali; coloro i quali avevano cercato di eluderli o, ancor peggio, di rifiutare di compiere il dovere che l'appartenenza alla comunità richiedeva, finirono perpetuam […] in rusticitatem. Per l'autore del Tripartitum, questa è l'unica spiegazione alla riduzione a uomini plebeae […] conditionis di un gran numero di ungheresi: discendendo essi tutti da Hunor e Magor 25 , una riduzione d'imperio in servitù (o comunque in uno stato di inferiorità rispetto alla classe nobiliare) era l'unica possibile. In Trip., I, 3:6 vengono descritti dei passaggi importanti per comprendere il rapporto tra il monarca e la classe nobiliare. Con riferimento all'incoronazione di Santo Stefano I re d'Ungheria, Werboczy esplicita che il re è stato eletto sponte dalla libera volontà dei nobili, rappresentanti della comunità: 23 S. GAL, Hungary and the Anglo-saxon world, in http://mek.oszk.hu/02000/02096/html/saxon.htm . Si narra, più in particolare, di Edward, figlio di Edmund Ironside, che sposò la figlia di Santo Stefano re d'Ungheria, rimanendo nel Regno fino al 1057. 24 Werboczy considera gli Ungheresi discendenti degli Unni, provenienti dalla Scizia: è opportuno notare che il territorio degli Sciti, tradizionalmente inteso dagli antichi, si voleva esteso dall'odierna Bielorussia all'odierno Kazakistan. Come esplicitato in BAK, BANYO, RADY , The Customary Law…op. cit., p. 48-49, Werboczy struttura i par. 2-5 del tit. 3 citando quasi testualmente dall'opera di Simone di Kéza, Gesta Hunnorum et Hungarorum. 25 Capostipite dei Magiari il secondo; il primo sarebbe stato, stando a Simone di Kéza in Gesta Hunnorum cit., il fratello. BAK, BANYO, RADY , The Customary Law…op. cit., p. 50-51, nota 96.
Anteprima della tesi: Famiglia e Successioni in Ungheria tra tardo Medioevo e prima Età moderna: il Tripartitum di Istvan Werboczy (1517), Pagina 10

Preview dalla tesi:

Famiglia e Successioni in Ungheria tra tardo Medioevo e prima Età moderna: il Tripartitum di Istvan Werboczy (1517)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Emilio Caramico
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Angela Maria Santangelo Cordani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 200

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

storia del diritto
ungheria
romania
diritto consuetudinario
diritto comune
diritto successorio
diritto familiare
storia del diritto comparata
istvan werboczy
storia del diritto europeo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi