Skip to content

La Rivista Al-Qibla. La propaganda Hascemita dal Nazionalismo Arabo al patriottismo giordano

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 Califfo rimasero sempre insoluti, il Sultano Selim fece sì che il suo nome fosse pronunciato durante tutte le preghiere ufficiali dei musulmani del suo impero, e così fecero i suoi successori 13 . Il possesso del titolo di califfo fu rievocato opportunisticamente dai sultani nei momenti di crisi, per fare presa sull’autorevolezza religiosa che esso evocava, come escamotage per sopperire alla loro debolezza politica. Questa prassi venne legittimata in particolare a seguito del riconoscimento ufficiale e internazionale del titolo di «califfo sovrano della regione maomettana» conquistato nel trattato di pace russo-turca di Küçük Kainarca (1774) 14 . Grazie alla comunione di fede, dunque, gli ottomani venivano, a quel tempo, considerati dei governanti in fin dei conti più che accettabili. Per questo, il passaggio dal dominio mamelucco a quello ottomano non costituì a primo acchito alcun drastico cambiamento, né innescò alcun processo di rivalsa contro la dominazione dello ‘straniero’. Il cambiamento fu più problematico per la stabilità e governabilità dell’impero ottomano piuttosto che per il mondo arabo in sé. I territori arabi erano lontani dal baricentro dell’impero ottomano, e gli arabi allargavano lo spettro già eterogeneo delle popolazioni dell’impero. Mentre la maggior parte degli arabi era (ed è tuttora) sunnita come i turchi ottomani, c’erano anche una molteplicità di minoranze divise in sette islamiche, comunità cristiane ed ebraiche[…]. L’individuazione di assetti amministrativi adatti alla gestione dei loro nuovi possedimenti fu per gli ottomani un serio impegno[…]Per le regioni più distanti dall’Anatolia gli ottomani cercarono di mantenere l’organizzazione politica preesistente[…]. Pragmatici più che ideologici gli ottomani erano interessati a garantire ordine e legalità[…] più che a imporre la loro cultura agli arabi 15 . Questa totale tolleranza degli ottomani, i quali riservarono agli arabi musulmani un trattamento grossomodo paritario sul piano dei diritti, la mancata acculturazione forzata, la comune affiliazione religiosa, giustifica la secolare profonda lealtà degli arabi nei confronti della Sublime Porta. 1.1.3 La conquista dell’intero mondo arabo Dopo aver sedato le rivolte dei governatori mamelucchi di Damasco e del Cairo e il tentativo di secessione del nuovo governatore ottomano in Egitto negli anni immediatamente successivi alla conquista degli ex possedimenti arabi mamelucchi, i territori di Egitto, Siria e del Ḥiǧāz venivano finalmente assicurati al dominio ottomano sotto la stretta presa del sultano Süleyman. Suo figlio Süleyman II, conosciuto come “Il Magnifico” portò a termine la conquista del mondo arabo sottraendo Bassora e Baghdad all’impero safavide nella prima metà del XVI secolo e quindi anche al dominio sciita sui quei territori. Negli stessi anni penetrò il sud conquistando lo Yemen. Nella seconda metà del secolo avanzò poi verso occidente trasformando la Libia, la 13 George Antonius, The Arab Awakening: The Story of the Arab National Movement, Hamish Hamilton Limited, Londra, 1938, edizione Kindle 14 Reinhard Schulze, A Modern History of the Islamic World, I.B. Tauris Publishers, London-New York, 2002, p. 14 15 Eugene Rogan, Gli Arabi, Bompiani, 2016, Milano, pp. 34, 35
Anteprima della tesi: La Rivista Al-Qibla. La propaganda Hascemita dal Nazionalismo Arabo al patriottismo giordano, Pagina 9

Preview dalla tesi:

La Rivista Al-Qibla. La propaganda Hascemita dal Nazionalismo Arabo al patriottismo giordano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Salaris
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Studi Umanistici
  Corso: Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale
  Relatore: Angela Daiana Langone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

rivolta araba
nazionalismo arabo
lingua araba
critical discourse analysis
al-qibla
grande rivolta araba
ḥusayn ibn ʻalī al-hāšimī
sceriffo della mecca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi