; Skip to content

Cronache Italiane del Living Theatre

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Il secondo spettacolo, Many Loves di Williams fu accolto con lo stesso entusiasmo della critica: Secondo spettacolo del Living Theatre di New York al Parioli. Ieri sera: si rappresentava Many Loves, commedia in tre atti dell’anziano poeta Williams estratta dal repertorio della compagnia dall’inizio del ’59, lo stesso anno di the connection. Fra i due testi c’è un bel salto di linguaggio di gusto e di qualità. La commedia nella quale Julian Beck ha curato regia e scenografia, a Judith Malina che sostiene la parte della giovane attrice e tre diversi personaggi affidati a costei. Uno scattante denso cameo, una aggressiva padronanza della scena. Ottimi tutti gli altri. 8 Durante il soggiorno a Roma la compagnia aveva in repertorio un altro spettacolo: In the Jungle of Cities di Brecht. Da una intervista al Living sulla rivista Sipario sappiamo che lo spettacolo non venne rappresentato a causa della censura: Ora sono stati invitati per la prima volta in Europa. Andranno a Torino (l’idea di montare il loro spettacolo al Carignano li fa un po’ fremere),poi al Piccolo Teatro di Milano, a Berlino, Francoforte e a Parigi dove rappresenteranno Nella giungla della città di B.Brecht, il dramma a cui tengono di più. Mi chiedono se a Roma c’è il ghetto, dove si trova, quali “slums” consiglio di vedere e perché la censura non ha permesso che mettessero in scena il loro Brecht. 9 Dopo lo spettacolo al Parioli, seguirono altre due date: una al Teatro Carignano di Torino; un’ altra al Piccolo Teatro di Milano. 10 Con tutte le noiosità lo spettacolo è dunque vitalissimo, e in punti affascinante; i balzi degli infelici nel gabinetto per ricevere l’iniezione dopo l’arrivo della droga sono sensazionali come se si vedesse riprodotto nella realtà orribile caso non nuovo al cinema hollywoodiano della moglie che riesce a far rinchiudere il marito nel manicomio criminale mentre noi sappiamo che non è pazzo. Balbettanti, sfatti, annegati nell’orrore senza confini, e poi all’improvviso scossi da un guizzo preagonico, gli interpreti recitano come i bravissimi attori che pretendono di non essere. 11 Nel 1962 si esibirono nuovamente al Teatro Carignano di Torino, dove presentarono un’altra pièce di Jack Gelber The Apple. Testo disinteressato a ogni forma di ritmo (così fondamentale invece in The Connection) oltre che di simmetrie, e il crollo progressivo della struttura anche narrativa, la sgradevole alterazione di tutti i rapporti e dei toni, è un proposito perseguito con chirurgica precisione utilizzando un particolare straniamento anche visivo (costumi e trucco) proprio per impedire che si instauri qualsiasi forma di abitudine o di affezione a ciò che si svolge sulla scena in un lavoro che è stato giustamente definito una non play, e che tuttavia riesce (e non è forse merito assoluto anche della messa in scena?) a 8 L’unità 15 giugno 1961, Many Loves di Savioli Aggeo. p6 9 Sipario n° 183,Colazione con Judith Malina intervista di Silviana Ottieri, p.21 10 Ivi, p.21 11 Paragone 1961 n° 140 The connection di Alberto Abrasino. P 100
Anteprima della tesi: Cronache Italiane del Living Theatre, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Cronache Italiane del Living Theatre

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Carosso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Beni culturali
  Corso: Scienze dei beni culturali
  Relatore: Stefano Geraci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

julian beck
living theatre
judith malina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi