Skip to content

Giornalisti e lettori integrati: nuove alfabetizzazioni e sfide dell'informazione

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 Secondo, la realtà odierna, in cui si affacciano i nuovi media dei quali si parlerà, è stata modellata profondamente dall’avvento della stampa. Dalla prima Bibbia uscita dal torchio e messa in vendita a Magonza, la società occidentale è andata via via modificandosi sotto l’influsso della neonata tecnologia. Nuovi modelli ‒ cognitivi, culturali, economici, lavorativi ‒ si sono imposti, mentre l’alfabetizzazione si espandeva, lentamente, partendo dalle classi più agiate per arrivare gradualmente a strati sempre più ampi della popolazione (vd. tabella 1 e fig. 2) 2 . L’invenzione occidentale 3 della stampa a caratteri mobili ha cambiato per sempre l’approccio alla lettura e alla scrittura in Europa, scardinando il sistema lavorativo amanuense e laicizzando la cultura, permettendo una produzione e diffusione di materiale informativo (libri, gazzette, documenti) mai pensate prima e portando a termine la lenta transizione dell’Europa, da società orale a società della scrittura. Molti studiosi hanno ragionato sugli sviluppi e le conseguenze della diffusione della stampa, con esiti e intenzioni diverse ma considerando questo fenomeno fondamentale per lo sviluppo occidentale; personalità come Marshall McLuhan, alla ricerca della vera natura dei media e del loro costante rapporto di scambio con i nostri sensi 4 , o come Elizabeth Eisenstein, che scorge in questo evento storico i semi che hanno dato vita e consistenza al Rinascimento, alla Riforma Protestante e alla Rivoluzione Scientifica seicentesca 5 . Oggi, attraverso tablet, cellulari e pc ma soprattutto attraverso la Rete, la parola scritta raggiunge tassi di diffusione inimmaginabili prima. Secondo Walter Ong, i nuovi media, che in Oralità e scrittura 6 egli chiama “elettronici” ma che oggi si definirebbero digitali, rafforzano tendenze iniziate con la scrittura e consolidatesi con la stampa, come l’affidamento della parola a una realtà prettamente spaziale e visiva (una volta il foglio, oggi lo schermo del pc) e una elaborazione del discorso 2 Dalla fine del XV secolo il tasso di adulti alfabeti in Europa ha continuato a crescere, passando da una media del 7% circa nel periodo 1401-1500, a una media del 28% nel periodo 1601-1700, quadruplicando. Dati elaborati personalmente, presi da E. Buringh, J. L. Van Zanden, Charting the “Rise of the West”: Manuscripts and Printed Books in Europe, A Long-Term Perspective from the Sixth through Eighteenth Century, in “The Journal of Economic History”, vol. 69, giugno 2009, 2, pp. 409-445. 3 Si ricorda che in Cina la stampa a caratteri mobili esisteva dall’XI secolo. 4 Cfr. M. McLuhan, Gli strumenti del comunicare, Milano, il Saggiatore, 1967 [1964] e M. McLuhan, La galassia Gutenberg: nascita dell’uomo tipografico, Roma, Armando, 1998 [1976]. 5 Cfr. E. Eisenstein, La rivoluzione inavvertita. La stampa come fattore di mutamento, Bologna, il Mulino, 1986 [1979]. 6 W. Ong, Oralità e scrittura, Bologna, il Mulino, 1986 [1982].
Anteprima della tesi: Giornalisti e lettori integrati: nuove alfabetizzazioni e sfide dell'informazione, Pagina 9

Preview dalla tesi:

Giornalisti e lettori integrati: nuove alfabetizzazioni e sfide dell'informazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Micol Burighel
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Informazione ed Editoria
  Relatore: Marina Milan
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 240

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

community
disinformazione
giornalismo online
giornalismo digitale
fake news
nuove alfabetizzazioni
new literacies
digital literacy
giornalismo integrato
echo chambers

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi