Skip to content

Rielaborazione ed interpretazione di dati sismici crostali del Margine Campano Tirrenico

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 l’avampaese indeformato o basculato sotto la catena (Bacino Adriatico, piattaforma Apula emersa ed Iblei). L’orogenesi ha interessato tutte le aree paleogeografiche sopra menzionate, generando un sistema complesso spesso formato da strutture a duplex. La prima fase compressiva, iniziata nell’Eocene, ha prodotto la formazione della Catena Kabilo- Calabride ed il suo successivo impilamento sulle Unità Appenniniche nell’Oligocene. Ciò ha determinato la strutturazione di queste ultime, contemporaneamente alla rotazione del Blocco Sardo-Corso ed all’apertura del Bacino Balearico (Finetti e Del Ben, 1986), eventi proseguiti fino al Langhiano. Il Bacino Lagonegrese-Ionico, costituente inizialmente l’avampaese dell’orogene in migrazione, è stato a sua volta interessato e coinvolto nell’embricazione della sequenza sedimentaria scollatasi dal proprio basamento in subduzione. A partire dal Tortoniano, in concomitanza con il rifting del Bacino Tirrenico (Finetti e Del Ben, 1986), si è avuta via via la collisione tra i Blocchi Interno ed Apulo e tra quello Interno e Pelagiano, mano a mano che andava esaurendosi la crosta oceanica Lagonegrese-Ionica. Il proseguire delle spinte compressive ha così coinvolto il paleomargine occidentale Apulo, il quale ha invertito la propria tettonica. Dove l’avampaese era ed è tuttora costituito da crosta oceanica (Ionio), la collisione non è avvenuta ma prosegue la subduzione, come testimoniano i terremoti profondi registrati nell’area (Anderson e Jackson, 1987). Le tipologie crostali dell’avampaese, costituendo una diversa “resistenza” alla migrazione dell’orogene, hanno determinato una sua segmentazione attraverso svincoli cinematici, rappresentati essenzialmente da sistemi trascorrenti destri (Sistema Trascorrente Sud- Tirrenico, Finetti et alii, 1996) e sinistri (Trascorrenti di Palinuro, di Capri e di Policastro, di Finetti e Del Ben, 1986). L’attuale quadro si presenta dunque piuttosto eterogeneo. Il sistema orogenico, infatti, costituito dalle unità geologiche precedentemente descritte e provenienti da diversi domini paleogeografici, è compreso tra un avampaese diviso in settori con diverse caratteristiche crostali (piattaforma Apula, Bacino Ionico, piattaforma Pelagiana) ed un “retro-paese” costituito dal Bacino Tirrenico a crosta oceanica di neo-formazione. Il progetto di ricerca italiano CROP (CRosta Profonda) ha incluso nei suoi programmi l’esplorazione regionale dei mari circostanti l’Italia. I nuovi dati forniti dalle linee sismiche profonde CROP-MARE aggiungono interessanti informazioni alle conoscenze strutturali, sismo-stratigrafiche e geodinamiche della litosfera dell’area comprendente l’Orogene Appennino Meridionale-Arco Calabro-Sicilia. Per una più completa comprensione della tettonodinamica evolutiva del sistema orogenico sopra menzionato occorre esaminare una più vasta area che va dal Blocco Sardo Corso allo Ionio ed include gli avampaesi Apulo e Pelagiano. Questo studio regionale necessita dell’analisi di numerosi e differenti fattori di carattere geologico e geofisico: infatti esso richiede lo sviluppo delle conoscenze relative agli elementi strutturali sia superficiali che profondi, sia emersi in terra che sepolti sotto uno spessore d’acqua o una coltre sedimentaria. Tale eterogeneità e complessità risultano quindi proficuamente indagabili attraverso le numerose linee sismiche del progetto CROP-MARE, le quali ricoprono con buon controllo regionale tutto l’offshore della Penisola Italiana. Un problema fondamentale del progetto CROP è costituito dalla necessità di rielaborare diverse linee o segmenti di esse per poter migliorare i segnali ottenuti e l’informazione che ne può derivare.
Anteprima della tesi: Rielaborazione ed interpretazione di dati sismici crostali del Margine Campano Tirrenico, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Rielaborazione ed interpretazione di dati sismici crostali del Margine Campano Tirrenico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ivano Gregori
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Geologiche
  Relatore: I.R. Finetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 288

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dati sismi
dati sismici
linee sismiche
sismica
sismica marina
sismo stratigrafia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi