Skip to content

Rielaborazione ed interpretazione di dati sismici crostali del Margine Campano Tirrenico

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 In tal senso il tratto finale della linea sismica CROP-M6B, acquisita ed elaborata dall’Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste nel 1991, è stato selezionato per un reprocessing di dettaglio, utilizzando metodologie avanzate e specifiche, mirate ad una migliore definizione ed identificazione della struttura e della stratigrafia dell’area comprendente il Bacino di Salerno e l’offshore della Penisola del Cilento. In generale, gli obiettivi del processing sono l’incremento del rapporto segnale/rumore ed il miglioramento della risoluzione sia verticale che orizzontale. Le operazioni fondamentali dell’elaborazione sono, nell’usuale ordine di applicazione, deconvoluzione, stacking e migrazione (Yilmaz, 1987). La deconvoluzione mira all’incremento della risoluzione verticale: essa opera un restringimento, aumentandone l’ampiezza, dell’impulso di segnale che, per effetto della trasmissione nel terreno, viene registrato come un’ondina allargata nel tempo e di minore ampiezza. Lo stacking, ovvero la somma in fase delle tracce corrispondenti ad un dato CMP gather, è il più efficace procedimento ai fini del miglioramento del rapporto segnale/rumore: il risultato della somma è un’unica traccia corrispondente ad offset nullo ed in cui il segnale, allineato in fase, si presenta rinforzato, mentre il rumore, in posizione casuale nelle tracce, statisticamente risulta indebolito. La migrazione permette un miglioramento della risoluzione spaziale nella sezione sismica: essa restituisce la corretta posizione spaziale degli eventi riflessi e rimuove le diffrazioni. Una elaborazione standard del segnale, pur fornendo già utili indicazioni sulle principali strutture e geometrie, spesso non è sufficiente per ricavare tutte le informazioni contenute nel dato sismico. È quindi necessario utilizzare tecniche di processing che non sono applicabili “a priori” sull’intero dataset disponibile, ma richiedono dettagliate analisi e lunghi tempi di elaborazione. Ogni set di dati presenta infatti caratteristiche e problematiche uniche e peculiari che richiedono una considerazione ed un trattamento specifici. Quindi la sequenza di processing, benché basata sulle tre operazioni fondamentali precedentemente indicate, varia anche in funzione degli scopi che si vogliono raggiungere, per ogni singolo caso, ed è aperta a modifiche durante il corso del lavoro stesso. In particolare, nel caso dei dati rielaborati in questa Tesi, si è in presenza di un basso rapporto segnale/rumore. L’interpretazione degli eventi primari è resa problematica in quanto i segnali risultano mascherati sia da pacchetti di eventi multipli (repliche della riflessione del fondo mare e riverberazioni all’interno degli strati), sia da numerose diffrazioni. Viste le caratteristiche dei dati sperimentali, le principali fasi del reprocessing da eseguire consistono nelle seguenti operazioni: rimozione delle multiple (deriverberazione), ricostruzione dettagliata della distribuzione verticale e laterale delle velocità delle onde attraverso i diversi litotipi, eliminazione dei disturbi da diffrazione tramite migrazione dei segnali. Le riflessioni multiple possono essere separate dal segnale utilizzando procedure di elaborazione che sfruttano la discriminante in moveout, come il filtraggio nel dominio (f,k) nel quale si ha la possibilità di separare gli eventi in funzione della pendenza. Attraverso metodologie di analisi di velocità integrate si può giungere all’accurata definizione delle funzioni di velocità per ottenere la migliore qualità del segnale nella sezione sismica. In aree strutturalmente complesse, con inomogeneità laterali del campo di velocità e presenza di riflettori inclinati, risulta necessario ricorrere ad una migrazione pre- stack. La correzione di dip moveout (Deregowski, 1986; Hale, 1991) è una
Anteprima della tesi: Rielaborazione ed interpretazione di dati sismici crostali del Margine Campano Tirrenico, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Rielaborazione ed interpretazione di dati sismici crostali del Margine Campano Tirrenico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ivano Gregori
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Geologiche
  Relatore: I.R. Finetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 288

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dati sismi
dati sismici
linee sismiche
sismica
sismica marina
sismo stratigrafia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi