Skip to content

Il tema del ''non giudicare'' nei Vangeli Sinottici

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 parte dell�Apostolo sulla divisione interna tra i deboli che praticavano una dieta vegetariana attenendosi alle prescrizioni sacrali ed i forti, interiormente liberi per non porsi limitazioni tradizionali nei cibi e nel rispetto di un rigido calendario di festivit� (come il gruppo precedente), Paolo sceglie sempre di non mettere in difficolt� il pi� debole nella fede (to\n de\ a0sqenou=nta th| pistei=) e di accoglierlo senza discussioni 11 . Nella lettera di Gc 4, 12 12 torna la stessa domanda: Su\ de\ ti&v ei] o9 kri&nwn to\n plesi&on. Il contesto letterario � quello del corpus della lettera, contenente esclusivamente esortazioni e prescrizioni alla comunit� (l�appellativo di a0delfoi&) da parte dell�apostolo gerosolimitano. L�argomentazione contro la detrazione reciproca riprende l�intersezione tra giudizio fraterno e giudizio divino ma questa volta attraverso la mediazione della Legge. Chi infatti sparla (katalalw=n) o giudica (kri&nwn) il fratello non si pone pi� al livello di chi osserva (poihth\v) la Legge ma come suo giudice (kri&nei no&mon); ma soltanto uno � legislatore e giudice. In 5, 10 trattando della pazienza e della perseveranza con cui occorre attendere la remunerazione nell�eone futuro ancora raccomanda di non lamentarsi reciprocamente per non essere giudicati (mh\ stena&zete, a0delfoi&, kat� a0llh&lwn i!na mh\ kriqe=te). Passando alla letteratura cristiana non canonica incontriamo EvThom 26 nella versione greca (mutila) 13 di Mt 7, 5: kai\ to&te diable&yeiv e0kbalei=n to\ ka&rfov to\ e0n tw|= o0fqalmow|= tou= a0delfou= sou. Nella versione originale copta retrovertita in greco le differenze non sono rilevanti ma daranno adito ad alcune conclusioni di storia della tradizione del I c. Il lo&gion precedente raccomanda un amore per il fratello che richiama il 11 G. Barbaglio, Le lettere di Paolo, cit., 496. 12 Ambientazione giudeo-cristiana, datazione tra 35-50 d. C secondo l�opinione tradizionale, 60-70 o addirittura 80-90 secondo altri che non la considerano del figlio d�Alfeo. Per quanto riguarda il genere letterario essa � piuttosto uno scritto di parenesi morale che una vera e propria lettera. J. Cantinat, La lettera di Giacomo in Introduzione al Nuovo Testamento, Borla, Roma, 1978, 219. 232. Piuttosto tarda anche l�ipotesi di Horst Balz & Wolfgang Strage, Le Lettere Cattoliche, Paideia, Brescia, 1978, 31. Edizione originale: Die Katholischen Briefe, Vandenoeck & Ruprecht, G�ttingen, 1973. Traduzione di Gianfranco Forza. 13 Per la precisione: il papiro di Ossirinco 1 = Logi&a EvThom (nella versione ritrovata a Nag Hamadi) 26-33. 77b; Pap. Oxy. 654 = Prologo e Logi&a EvThom 1-7 ; Pap. Oxy. 655 = Logi&a EvThom 36-39.
Anteprima della tesi: Il tema del ''non giudicare'' nei Vangeli Sinottici, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Il tema del ''non giudicare'' nei Vangeli Sinottici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pier Paolo Pavarotti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Mauro Pesce
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 230

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bibbia
filologia neotestamentaria
non giudicare
vangeli
storia del cristianesimo
esegesi biblica
vangeli sinottici
scienze bibliche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi