Skip to content

La responsabilità contrattuale ed aquiliana del fornitore di servizi telematici

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
LA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE GLOBALE 13 per sostenere il processo evolutivo della società che porterà alla società dell’informazione globale. Il fornitore di servizi di TLC, aperti totalmente alla concorrenza dal 1 gennaio 1998, dovrà essere messo nelle condizioni di scegliere liberamente le infrastrutture su cui farli “viaggiare”. Lo scenario appena descritto disegna in realtà un futuribile per la società italiana, vista la limitata “alfabetizzazione telematica” dei potenziali fruitori e la mancanza della totale cablatura del territorio nazionale 35 . Ma è soprattutto il quadro normativo 36 sinora in atto che per molti aspetti non consente, e comunque certamente non stimola, la formazione di un mercato globale dei nuovi servizi e di quelli tradizionali aperto all’attività di una pluralità di operatori 37 . Ciò è testimoniato, tra l’altro dal fatto che l’Italia è il paese che presenta più inadempienze e infrazioni rispetto alle prescrizioni comunitarie e che più volte rispetto agli altri paesi è stato portato davanti alla Corte di Giustizia delle Comunità Europee. Fino a quando non cadranno definitivamente gli ostacoli relativi all’interconnessione che oggi ostacolano l’installazione di nuove reti, ogni discorso sulla concorrenza sarà solo una riflessione sulla ben più modesta 35 Per il cablaggio del nostro territorio nazionale si avanzano ipotesi di spesa che vanno da 30.000 (considerando l’80% delle famiglie italiane) ai 60.000 miliardi di lire (per 20 milioni di famiglie), ovvero costi oscillanti da 1.500 a 3.000 dollari per utente per un allacciamento al 2002 di 4 milioni di utenti. Queste previsioni si devono drasticamente ridurre a seguito della scoperta della tecnologia AST che consente di utilizzare il normale doppino telefonico per fornire servizi della società dell’informazione che richiedono una rete di TLC a banda larga. 36 La normativa italiana sulle telecomunicazioni, è stata definita come un “serpente che sta cambiando pelle”, così ZENO ZENCOVICH V., La concorrenza nel mercato delle telecomunicazioni, nota ad App. Milano 8 ottobre 1994, in NGCC, 1995, I, p. 158 ss.. D’altro canto si osserva che il mercato dei servizi di TLC è stato fino ad oggi pervaso dalla vecchia impostazione culturale, derivata dall’art. 43 cost, della riserva statale dei servizi di interesse pubblico, così AMENDOLA V. MOGLIA G., L’attività dell’autorità garante per la promozione e la tutela della concorrenza nelle telecomunicazioni italiane, in Dir. inf., 1995, p. 267 e ss.. 37 Al riguardo si ricorda che in Italia per una larga parte della rete fissa è possibile ipotizzare una concorrenza utilizzando gli impianti di operatori che attualmente non svolgono attività nelle TLC: la SOCIETA’ AUTOSTRADE dispone di circa 7000 km di reti sia in fibra ottica che in cavo di rame (rispetto ai 22.962 km di TELECOM); l’ENEL dispone di una rete di cavo metallico ed ottico di circa 2000 km di estensione; l’FS s.p. a. dispone di un’estensione di cavi di circa 17.000 km in rame e 1.100 in fibra ottica.; la SNAM dispone di una rete fissa di telecontrollo, di una rete di fonia con 50 centraline di transito, di una rete logica per trasmissione di dati INTERNET, di una rete fisica per la trasmissione di dati ITAPAC, di una rete radiomobile composta di 200 siti diffusori.
Anteprima della tesi: La responsabilità contrattuale ed aquiliana del fornitore di servizi telematici, Pagina 12

Preview dalla tesi:

La responsabilità contrattuale ed aquiliana del fornitore di servizi telematici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Castiglione
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Sassari
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Vincenzo Zeno Zencovich
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 514

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

banche dati
concorrenza sleale
danno informatico
danno non patrimoniale
danno patrimoniale
diritto d'autore
domain name
firma elettronica
internet
responsabilità civile
responsabilità contrattuale
contratti telematici
servizi telematici
tutela della privacy
inadempimento contrattuale
articolo 2043 del codice civile
responsabilità aquilana
diritto delle telecomunicazioni
servizi informatici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi