Skip to content

Applicazione di tecniche di intelligenza artificiale per lo studio della relazione fra l’inquinamento atmosferico e le sue concause

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 Se d'inverno l'isola di calore umana è essenzialmente imputabile al riscaldamento degli edifici, d'estate essa trae origine soprattutto dal particolare tessuto cittadino, costituito prevalentemente da cemento e asfalto, materiali che, rispetto ad un suolo ricoperto di vegetazione, assorbono il 10% in più di energia solare. Ad accrescere il calore nella città, poi, contribuisce anche al tipica conformazione urbana, con prevalenza di strade relativamente strette in confronto all'altezza degli edifici. In un tale ambiente, rispetto ad una superficie non edificata, viene catturata una maggior quantità di radiazione solare poiché intrappolata nei canyon cittadini dalle riflessioni multiple subite dai raggi sulle pareti dei fabbricati. Inoltre la verticalizzazione degli edifici è responsabile di una sensibile attenuazione del vento 1.1.8 Smog fotochimico Nella stagione estiva, in seguito all'elevato irraggiamento solare, si forma il cosiddetto smog fotochimico il cui tracciante principale è l'ozono. L'ozono è un inquinante secondario la cui concentrazione al suolo è il risultato di un equilibrio dinamico che dipende da numerosi fattori. Il principale processo di formazione è legato alle reazioni chimiche che, attivate dalla radiazione solare, coinvolgono altri inquinanti come gli ossidi di azoto (NO x ) e le sostanza organiche volatili. Queste reazioni implicano la formazione di altre sostanze tossiche secondarie. Le massime concentrazioni di ozono si osservano nei mesi estivi e nelle ore centrali della giornata, in corrispondenza del massimo irraggiamento solare. Le variazioni spaziali dell'ozono sono più graduali rispetto a quelle osservate per gli inquinanti primari. I sistemi meteorologici e il vento tendono, infatti, a distribuire l'ozono e i suoi precursori sia orizzontalmente che verticalmente in atmosfera, interessando aree notevolmente estese e determinando concentrazioni elevate nelle aree urbane periferiche e nelle aree rurali circostanti le aree urbane. Nella maggior parte dei casi è proprio nelle aree rurali che si riscontrano i valori più elevati. Le concentrazioni di ozono sono infatti più basse nelle vicinanze di sorgenti estese di NO, quali per esempio le strade a grande traffico, a causa delle reazioni chimiche tra le due sostanze che ne impediscono di fatto la coesistenza a concentrazioni elevate. Temperatura Temperatura Urbana Area Urbana Campagna Caldo CaldoFreddoFreddo Temperatura Rurale Figura 1.1 L'isola di calore
Anteprima della tesi: Applicazione di tecniche di intelligenza artificiale per lo studio della relazione fra l’inquinamento atmosferico e le sue concause, Pagina 11

Preview dalla tesi:

Applicazione di tecniche di intelligenza artificiale per lo studio della relazione fra l’inquinamento atmosferico e le sue concause

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Della Torre
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Ingegneria dell'informazione
Anno: 2001
Docente/Relatore: Flavio Bonfatti
Istituito da: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Dipartimento: Scienze dell'ingegneria
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 160

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi di dati
intelligenza artificiale
pattern recognition
previsione
principal component analysis
radial basis function
reti a strati
reti neurali
serie numeriche
sistemi ibridi
inquinamento atmosferico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi