Profili costituzionali del Pubblico Ministero

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Evoluzione storica del pubblico ministero 13 4. L’ordinamento giudiziario italiano del 1865. L’unificazione del Regno d’Italia porta ad un’uniformazione legislativa che sostanzialmente recepisce, in ambito processual- penalistico, la legislazione sarda. L’ordinamento giudiziario del 1865, regolamentato dalla legge n.2626, definisce il p.m. come il “rappresentante del potere esecutivo presso l’autorità giudiziaria”, definizione cara alla tradizione francese, e come organo posto sotto la direzione del Ministro della Giustizia. E’ configurato uno stretto assetto gerarchico in ogni ufficio del p.m., il quale è, tuttavia, un “funzionario dell’ordine giudiziario”. L’inamovibilità è garantita solo ai giudici e mentre all’ufficiale del pubblico ministero spetta l’azione in materia penale, questa gli è limitata nel civile ai soli casi espressamente previsti dalla legge. Le carriere di giudice e p.m. sono “separate e distinte”. Le critiche all’ordinamento giudiziario del 1865 da parte della dottrina furono violente. Non erano ancora passati tre mesi dall’entrata in vigore della legge n. 2626, che il Governo, come

Anteprima della Tesi di Giulia Tenuta

Anteprima della tesi: Profili costituzionali del Pubblico Ministero, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giulia Tenuta Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5883 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 61 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.