La disciplina giuridica della gestione dei rifiuti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 eliminare gli sprechi di materie prime recuperabili, e si inseriva nell’ambito dei provvedimenti di politica economica autarchica adottati dal governo dell’epoca, in relazione allo sforzo bellico in atto. La legge, tuttavia, non fu mai attuata completamente, tranne che per le incombenze a carico dei Comuni, cui spettava la raccolta, il trasporto e lo smaltimento finale dei rifiuti solidi. In anni più recenti, l’attuazione dell’ordinamento regionale ha comportato profondi mutamenti nell’ambito della gestione dei rifiuti. Il d.p.r.4/1972, ha distinto le competenze dello Stato, tra le quali viene annoverata l’igiene dell’ambiente (settore che comprende lo smaltimento dei rifiuti solidi), da quelle delle Regioni, cui spettano le relative funzioni amministrative, a titolo di delega. Il d.p.r.616/1977, sul completamento dell’ordinamento regionale, ha attribuito alle Regioni la “tutela dell’ambiente dagli inquinamenti”, la prevenzione e il controllo dell’igiene del suolo, la disciplina della raccolta, della trasformazione e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani e industriali. Non ha riservato allo Stato, inoltre, alcuna funzione amministrativa nel settore dei rifiuti solidi, tranne i poteri generali di indirizzo e

Anteprima della Tesi di Francesca Maria Spinello

Anteprima della tesi: La disciplina giuridica della gestione dei rifiuti, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesca Maria Spinello Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6525 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.