Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazione di tecniche di geodesia spaziale e di geodimetria classica ed automatica allo studio delle deformazioni del suolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

→ Le modalita di misura sono state: ⇒ Tecniche per differenziale statico. Sono state impiegate per la misura delle reti esterne di riferimento, in quanto si aveva la necessità di maggiore precisione che solo questo metodo fornisce. Operativamente la preparazione della stazione di misura è consistita: 1- sui caposaldi primitivi, centrando l’antenna mediante l’uso di treppiedi e basette dotate di piombini ottici (fig. 5.4) e quindi misurando, con asta graduata, l’altezza inclinata ∆ h tra il caposaldo e l’antenna (media di 4 misure); a tavolino è stata poi eseguita la correzione sulla verticale ed alla localizzazione del centro planimetrico dell’antenna; 2- sui caposaldi nuovi, avvitando l’antenna sulla colonna autocentrante messa in precedenza in bolla e controllata un’eventuale staratura con filo a piombo (fig. 5.1 e 5.3). Le antenne sono state sempre orientate secondo il Nord, per meglio captare il segnale. I parametri di settaggio considerati su ogni stazione sono stati: → frequenza di campionamento del segnale = 10 sec. → angolo di cut-off > 15° → numero minimo di satelliti da “inseguire” = 4 → tempo d’acquisizione del segnale = 1h 30 min. Su ogni stazione è stata prevista la stesura di un elaborato (scheda di stazione) sul quale sono stati annotati alcuni dati riguardanti il vertice occupato: - tempi d’inizio e termine delle sessioni, differenze con l’orario GMT; - codici numerici d’identificazione del vertice; - schizzo monografico per una facile localizzazione del vertice nella Campagna successiva.;

Anteprima della Tesi di Fabio Covello

Anteprima della tesi: Applicazione di tecniche di geodesia spaziale e di geodimetria classica ed automatica allo studio delle deformazioni del suolo, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Fabio Covello Contatta »

Composta da 278 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1648 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.