Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazione di tecniche di geodesia spaziale e di geodimetria classica ed automatica allo studio delle deformazioni del suolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- coordinate approssimate della stazione, ricavate da misure in pseudorange; - altezza inclinata, variabile, misurata delle stazioni centrate sui caposaldi primitivi, e altezza strumentale costante = 651,4 mm per le stazioni centrate sui caposaldi nuovi. In totale sono state eseguite 3 sessioni di misura sui vertici materializzati dai caposaldi primitivi (impiegando simultaneamente le 5 stazioni al fine di deteminare le 4 baselines della rete, ciascuna con almeno un estremo in comune con un’altra, ma indipendenti) e 4 sessioni sui vertici materializzati dai caposaldi nuovi (per ottenere l’indipendenza delle baselines si sono ruotate le stazioni sui 6 vertici). Durante l’acquisizione del segnale, a titolo di valutazione generale, si sono controllati: 1- il numero di satelliti, dal codice PRN, ricevuti in relazione ai 12 canali utilizzati; 2- il rapporto segnale/noise S/N (< 20, segnale debole; >50, segnale ottimo); 3- il valore URA (Usable Range Accuracy) caratterizzante la precisione (≤ 5,7 migliore) della pseudorange , in relazione allo stato di salute dei satelliti; 4- l’elevation ELV dall’orizzonte e l’azimut, nel sistema WGS84, dei satelliti. Si sono inoltre controllati i parametri di DOP (PDOP, HDOP, VDOP, TDOP) che caratterizzano la bontà della geometria impiegata nell’acquisizione del segnale (PDOP< 7). Un esempio è illustrato in fig. 5.16, riferito alla stazione centrata su A.

Anteprima della Tesi di Fabio Covello

Anteprima della tesi: Applicazione di tecniche di geodesia spaziale e di geodimetria classica ed automatica allo studio delle deformazioni del suolo, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Fabio Covello Contatta »

Composta da 278 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1647 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.