Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Alcuni aspetti della metamorfosi tecnologica dell'uomo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

mio).Perché mi ritrovavo imbarazzato da tanti dubbi ed errori, che mi pareva di non aver fatto altro profitto, mentre cercavo di istruirmi, se non quello di avere scoperto sempre più la mia ignoranza” 5 . Oppure sul conto del ragionamento filosofico: “la filosofia da il mezzo di parlare con verosimiglianza di tutte le cose e di farsi ammirare dai meno dotti” 6 . Ben altre parole vengono usate nei privati carteggi ,dove ad essere messi in giudizio non sono soltanto i testi filosofici della Scolastica, ma anche tutti gli antichi. In uno sfogo rabbioso, conservatoci da Baillet, dirà infatti: “Dii male perdant Antiquos, mea qui praeripuere mihi” 7 . “Alla malora gli antichi” che poi voleva dire: basta con i libri che “nella maggior parte, lette poche righe ,guardate le figure, hanno rivelato tutto, perché il resto fu aggiunto per riempire carta” 8 . Cartesio non era certo il solo ad affermare che: “Non c’è ragione di fare troppo conto degli antichi per la loro antichità, siamo noi piuttosto da dire antichi più di loro .Il mondo è infatti già più vecchio di allora e noi abbiamo più esperienza.” 9 5 Ibidem. 6 Ivi p.13. 7 E. Garin, op. cit. p.10. 8 Ibidem. 9 Ibidem.

Anteprima della Tesi di Francesca Leonardi

Anteprima della tesi: Alcuni aspetti della metamorfosi tecnologica dell'uomo, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Leonardi Contatta »

Composta da 269 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4631 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.