Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le dinamiche competitive nel settore dei prodotti da giardinaggio - Il caso Abitunai srl

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Anche per evitare questi eventuali problemi, le innovazioni di processo e di prodotto, ottenute con un impiego di notevoli capitali per le strutture di coltivazione, oltre ad aumentare profondamente la produttività unitaria a metro quadro, hanno portato le aziende a produrre piante per tutto l’arco dell’anno, rendendo così quasi ininfluente il fattore climatico. Anche in questo caso lo sforzo è stato svolto nella direzione di slegare la produttività dai fattori temporali, per essere sempre pronti a soddisfare le richieste e le esigenze dei consumatori finali, affascinati sempre più dal giardino bello, colorato ed unico. Quindi, volendo sintetizzare la situazione, si può dire che le dimensioni dei giardini diminuiscono, ma non il livello dell’investimento. Ma all’incremento degli investimenti per metro quadrato nel proprio giardino si affianca un andamento, piuttosto altalenante e discontinuo, del consumo pro capite, in termini di spesa, di piante e fiori sul mercato interno, come evidenziato dal grafico n.1, poiché esso è commisurato alla ricchezza disponibile e fortemente influenzato dagli andamenti congiunturali, oltre ché dalla moda e dalla ricorrenza.

Anteprima della Tesi di Fabio Sepe

Anteprima della tesi: Le dinamiche competitive nel settore dei prodotti da giardinaggio - Il caso Abitunai srl, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Fabio Sepe Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1904 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.