Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità penale delle persone giuridiche nel Nuovo Codice penale francese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Le persone giuridiche straniere Non facendo l’articolo 121-2 distinzioni al riguardo, è da ritenere che le persone giuridiche straniere sono penalmente responsabili (del resto ciò è espressamente previsto dal codice di procedura penale). In conformità con le disposizioni del codice sull’efficacia della legge penale nello spazio, la loro responsabilità penale potrà essere fatta valere davanti ad un giudice francese sia quando l’infrazione sia stata commessa in Francia (anche in uno solo dei suoi elementi costitutivi), sia quando, commessa all’estero, sia stata ai danni di una vittima francese o costituisca una di quelle contemplate espressamente all’articolo 131-10 (attentato agli interessi fondamentali della nazione, falsificazione di sigilli dello Stato, falso in moneta avente corso legale…). La nazionalità della persona giuridica straniera deve essere determinata, a priori, con riguardo alle norme di diritto privato e commerciale, anche se il diritto penale può manifestare la sua autonomia per evitare possibili frodi. In principio, dovrebbe essere applicato il criterio del luogo della sede sociale, quindi, sussidiariamente, quello del luogo della direzione effettiva o della cittadinanza delle persone che controllano la società. Anche la responsabilità penale delle persone giuridiche straniere solleva molti problemi, di ordine teorico e pratico. Innanzitutto, qualora la persona giuridica non abbia alcuno stabilimento in Francia, occorrerebbe stabilire se il riconoscimento della personalità giuridica debba essere effettuato secondo le norme di diritto francese o secondo le norme dello Stato di cui essa abbia nazionalità. Secondo la dottrina prevalente, questa questione extrapenale andrebbe risolta in base al diritto dello Stato di appartenenza 1 . Ma è anche vero che appare ugualmente logico e semplice, secondo altra parte della dottrina, che un gruppo associativo straniero possa essere considerato soggetto di diritto penale dal momento in cui esso venga considerato soggetto di diritto civile per l’ordinamento francese, potendo concludere contratti, stare in giudizio, avere responsabilità civile. Altro problema è se i limiti e le esclusioni previste dall’articolo 121-2 del Code pénal per le persone giuridiche di diritto pubblico debbano o meno trovare applicazione anche per le persone giuridiche straniere. Infatti, tali limiti sono stati introdotti solo allo scopo di tener fede al principio di separazione delle autorità amministrative e giudiziarie (principio che non si ritrova sempre in altri ordinamenti) ovvero, secondo altri, per proteggere la sovranità dello Stato. Si potrebbe per questa via arrivare ad ammettere che uno Stato estero possa 1 M. Delmas-Marty, Personnes morales étrangères et françaises : questions de droit pénal international, rev. soc., 1993, p.255.

Anteprima della Tesi di Carole Aurelie Ceoara

Anteprima della tesi: La responsabilità penale delle persone giuridiche nel Nuovo Codice penale francese, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Carole Aurelie Ceoara Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5629 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.