Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'industria del riciclo dei rifiuti solidi. Il caso del legno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Questa distinzione tra rifiuti urbani e speciali sostituisce quella contenuta nel d.p.r. n.915/1782 tra i rifiuti urbani , speciali e tossico nocivi. SCHEMA 3 Classificazione dei rifiuti CLASSIFICAZIONE RIFIUTI URBANI RIFIUTI PERICOLOSI RIFIUTI SPECIALI - Domestici di qualsiasi dimen. - Non pericolosi - Rifiuti delle strade e aree pubbliche o private a uso pubbl.,ecc. - Rifiuti vegetali da da aree verdi - Rifiuti cimiteriali - Agricoli e agro - industriali - Rifiuti da lavorazioni industriali e artigianali - Rifiuti da attività commerciali e di servizio - Rifiuti da attività di demolizione e costruzione - Rifiuti pericolosi da attività di scarico - Rifiuti derivanti da attività di recupero e smaltimento di rifiuti - da recupero e smaltimento di rifiuti , da potabilizzaz. e altri trattamenti. - da attività sanitarie - macchinari e apparecchiature - veicoli a motore e simili Non domestici dell’allegato D

Anteprima della Tesi di Elisabetta Illomei

Anteprima della tesi: L'industria del riciclo dei rifiuti solidi. Il caso del legno, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Elisabetta Illomei Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4975 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.