Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cancro della cervice uterina ed espressione dell'oncoproteina HPV16 e7

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 sequenze attivanti la trascrizione derivate da HPV (44). Recenti studi hanno suggerito che proprio la quantità di PCNA risulta aumentata per attivazione della sua trascrizione (47). Tutti questi possibili meccanismi su menzionati sono in accordo con il modello a multistep della cancerogenesi (48) (figura 5). Comunque sembra accertato che nella relazione HPV e cancro, le oncoproteine E6 ed E7 hanno un ruolo fondamentale (49, 50). L’oncoproteina E7 è a questo proposito di particolare interesse. L’HPV16 E7 è una piccola fosfoproteina acida multifunzionale di 98 amminoacidi e peso molecolare di 21 kDa, con nessuna attività enzimatica nota (51). La sua precisa localizzazione cellulare rimane ancora da essere definita. Diversi studi suggeriscono che E7 possa essere localizzata nel nucleo e precisamente nel nucleolo (52), dove esercita la sua principale attività biologica, e/o nel citoplasma (53). Le interazioni E7-proteine cellulari sono necessarie per la trasformazione mediata da E7; nel nucleo interagisce con le proteine RB1, p107 e p130 e l’interazione risulta altamente specifica, mentre nel citoplasma interagisce con la forma dimerica dell’isoenzima tipo M2 della piruvato kinasi (M2-Pk), stabilizzandola (54). E7 interagisce con la M2-Pk modificandone la struttura quaternaria e alterando l’equilibrio tra la forma tetramerica e la forma dimerica in favore di quest’ultima. In questo modo viene inibita l’attività enzimatica della M2-Pk, contribuendo alla trasformazione tumorale. Si osserva infatti un aumento della glicolisi e della conversione di glucosio in lattato. Questo implica che l’espressione di E7 incanala gli atomi di carbonio del glucosio nei processi biosintetici e nello stesso tempo si riduce la richiesta cellulare di O 2 : due importanti proprietà delle cellule tumorali (55, 56). E7 interagisce anche con la proteina p27 KIP1 , inibitore della ciclina E/cdk2 e con la p21 CIP1 annullando l’inibizione di queste proteine sul complesso

Anteprima della Tesi di Teresa Giannini

Anteprima della tesi: Cancro della cervice uterina ed espressione dell'oncoproteina HPV16 e7, Pagina 14

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Clinica medica, immunologia e malattie infettive

Autore: Teresa Giannini Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6308 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.